AttualitàFood

Al via B/Open, la prima fiera italiana per gli operatori del settore biologico

La manifestazione di Veronafiere si terrà online il 23 e 24 novembre. Per le realtà del settore, opportunità di networking, formazione e approfondimento.

B/Open scalda i motori. Dopo il rinvio dell’evento in presenza a causa dell’emergenza Covid, la prima fiera italiana del biologico per gli addetti ai lavori, organizzata da Veronafieresi svolgerà il 23 e il 24 novembre. Complici le limitazioni in materia sanitaria, sarà un’edizione inaugurale interamente online che, attraverso un’apposita piattaforma, offrirà numerose opportunità di confronto e formazione a professionisti del bio certificato e del natural self-care e darà loro modo di conoscere produttori e trasformatori del settore.

Al via B/Open, la prima fiera italiana per gli operatori del settore biologico

Il crescente successo del biologico

Ma sarà un’occasione per fare chiarezza su temi e problematiche di un mondo che sta registrando un’attenzione e un apprezzamento crescenti da parte delle istituzioni e dei cittadini. Gli obiettivi dettati dal Green Deal europeo con la strategia Farm to Fork in materia di agricoltura, in primis il raggiungimento del 25 percento di superficie coltivata in modo biologico nell’area Ue entro il 2030, lo dimostrano.

Traguardi in linea con una nuova sensibilità che sempre più consumatori dimostrano verso aspetti come la sostenibilità ambientale, il benessere animale e lo sviluppo rurale armonico. Una vera e propria spinta per il mondo del biologico che a livello globale genera ormai un fatturato di 92 miliardi di euro. In questo contesto, l’Italia è fra i principali produttori con circa 2 milioni di ettari coltivati a biologico (quasi il 16% del suolo agricolo utilizzato), cresciuti fra il 2017 e il 2018 del 6,5 percento, e occupa il secondo posto in Europa.

A B/Open, networking e approfondimento

Proprio alla luce di questi numeri, B/Open punta a diventare un punto di incontro per i protagonisti del settore che qui potranno fare networking e creare opportunità di business. Il vasto panorama composto da erboristerie, parafarmacie, bioprofumerie, mondo della distribuzione, dalla GDO a quella specializzata, comparto Ho.re.ca e grossisti potranno incontrare virtualmente le 75 realtà che già avevano aderito alla versione in presenza della manifestazione. Si tratta di aziende selezionate per una fiera esclusivamente b2b, tra cui Girolomoni, Pastificio IRIS-A.s.t.r.a. Bio, Antico Molino Rosso, Lattebusche, Ca’ Verde, Acqua Sant’Anna, Phyto Garda, Larico e molte altre.

Ampio spazio alla cosmesi naturale

Trasferito online anche il folto programma dei convegni mirati ad approfondire tematiche specifiche del settore bio food e natural self-care, grazie alla collaborazione con istituzioni, enti certificatori, partner internazionali, istituti e laboratori di ricerca e gruppi editoriali. Tra le tematiche affrontate, ampio spazio sarà riservato al cosmesi naturale, un mondo nel quale non sempre risulta semplice muoversi. Se ne parlerà, ad esempio, durante il convegno organizzato da NATRUE, CCPB, Ecogruppo e Natural is Better “Fragrance allergens: present and future labelling impact for Natural and Organic Cosmetics” (23 novembreore 14.00).

Sempre in quest’area, ICEA organizzerà il convegno “Lo Standard COSMOS” (23 novembre, ore 12.00)a distanza di otto anni dalla sua prima edizione verrà ripercorsa l’evoluzione dello Standard COSMOS e la sua rapida diffusione nel mondo e verranno inoltre analizzati gli obiettivi centrati e i nuovi da raggiungere. Q Certificazioni presenterà invece il convegno “Le certificazioni come strumento di valorizzazione delle produzioni cosmetiche” (23 novembre, ore 10.00).

Presenti anche buyer internazionali

Confermata la presenza di buyer provenienti da Austria e Balcani, Germania, Francia, Danimarca, Svizzera, Slovenia, Albania, Turchia, USA, Canada e India grazie alla collaborazione con l’ICE – Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane e la rete dei delegati di Veronafiere all’estero. Il calendario con tutti gli appuntamenti è consultabile sul sito di B/Open. Gli operatori del settore interessati a partecipare alla fiera dovranno registrarsi sulla piattaforma compilando l’apposito modulo.

REDAZIONE
Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.