FoodNutrizione

A caccia di magnesio

Un elemento la cui presenza nel nostro corpo è infinitesimale, eppure gioca un ruolo fondamentale per la nostra salute

Il nostro organismo, si sa, è una macchina complessa, un’intricata serie di reazioni chimiche ci sostenta durante la giornata e nemmeno durante il sonno questa miriade di processi si prende una pausa. Per la precisione sono quattro gli elementi che ci costituiscono per il 99%: carbonio, idrogeno, ossigeno e azoto. Ma in quel uno per cento mancante si nascondono un’infinità di altri elementi fondamentali per la nostra sopravvivenza, ed è tra questi che fa la sua entrata trionfale il magnesio.

Dove si nasconde?

Il magnesio rientra nella categoria degli oligoelementi essenziali per mantenere il benessere di un organismo. In natura lo si trova con estrema facilità, in particolare nelle specie vegetali, dove può essere accoppiato con la clorofilla, mentre negli esseri umani lo si trova, assieme al calcio e al fosforo, nel tessuto osseo. Se la gran parte di questo elemento è localizzato nelle ossa, ciò che rimane è almeno altrettanto fondamentale all’interno del citoplasma, dove si crede sia essenziale per il funzionamento impeccabile di 250-300 enzimi. Un’altra sua funzione è quella di trasmettere l’impulso nervoso dalle cellule nervose a quelle muscolari

Quanto ne abbiamo bisogno

Quanto ne abbiamo bisogno?

Si calcola che circa 25-28g di magnesia siano sempre presenti nel nostro corpo (all’incirca 0,35 g/kg), quindi evitate di rinunciarci se volete perdere peso considerando che equivale a bene o male lo 0,34% della vostra massa corporea. Così poco eppure così importante, visto che ovunque sia coinvolta l’ATP, il carburante della cellula, è coinvolto anche questo minerale, come pure nella regolazione del battito cardiaco e nel mantenimento di un sano sistema immunitario. Per garantire questi livelli costanti è bene assumerne attraverso la dieta tra i 300 e i 500 mg di magnesio, facilmente assimilabile da molti prodotti.

Foglie verdi

Quali sono i prodotti più ricchi di magnesio? Beh, una buona informazione da tenere a mente è che la clorofilla, molecola presente in tutti i vegetali verdi e pigmento garante proprio del tipico colore, nel suo cuore ospita un atomo di questo elemento. Inoltre si può trovare in alcuni legumi, come i fagioli e i piselli, in alcuni tipi di cereali integrali, semi o frutta con guscio. I cereali raffinati al contrario ne contengono meno, poiché crusca e germe, le due parti più ricche di sali minerali, vengono asportate durante la lavorazione. Paradossalmente un aiuto può arrivare anche dalla semplice acqua del rubinetto, anche se il contenuto di magnesio varia molto in base alla fonte.

Deficit

Si pensa che nonostante la sua facile reperibilità la maggior parte della popolazione dei paesi industrializzati soffra di un leggero deficit di questo minerale, anche se talmente leggero da essere asintomatico nella stragrande maggioranza dei casi. A volte però può accadere che, per un insufficiente apporto attraverso la dieta, aumento del fabbisogno per un’attività fisica più intensa del solito, alcune malattie o un minore assorbimento a livello intestinale, questo deficit diventi serio. In questi casi i sintomi sono confusione mentale, variabilità dell’umore, incoordinazione muscolare, tremori e altri ancora, fino ad arrivare a possibili aritmie cardiache. Ma non c’è da temere, almeno per chi ha un supermercato vicino a casa, poiché con un occhio attento e una spesa consapevole i livelli di magnesio nell’organismo possono essere rimessi a nuovo con qualche pasto.

Fonti: Linfavitale – Greenme – Tantasalute – Inran – Wikipedia

Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

REDAZIONE
Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.