CosmesiLifestyle

200 dollari per costruire un impero di biocosmetica vegan

Akilah Releford è una ragazza di 22 anni che sta costruendo un impero di biocosmetica vegan e cruelty-free con appena 200 dollari.

Dietro al nuovo brand Mary Louise Cosmetics si nasconde una ragazza di appena 22 anni, che con un budget di appena 200 dollari sta fondando un impero di biocosmetica vegan. Akilah Releford, CEO dell’azienda, ha cominciato condividendo sui social trucchi e consigli per prendersi cura della propria pelle, per poi creare una linea cosmetica biologica, vegana e cruelty-free.

200 dollari impero biocosmetica vegan

Il mercato esplosivo della biocosmetica vegan

L’idea della giovane imprenditrice potrebbe valere a breve una fortuna: quello della biocosmetica vegan e cruelty-free è un mercato in ascesa negli ultimi anni, con una offerta ancora ristretta. Mancano soprattutto prodotti dall’efficacia testata, motivo per cui Akilah Releford, con il suo ruolo di tester in prima persona, offre un esempio concreto dell’efficacia dei suoi prodotti.

mercato biocosmetica vegan

Sono stati proprio i contatti con i suoi follower a farle capire che c’era una forte domanda di quella tipologia di prodotti, con centinaia di ragazze che le scrivevano per consigli su pratiche o cosmetici da utilizzare. Da qui l’idea di fondare il marchio Mary Louise Cosmetics, dedicato a questa precisa nicchia di biocosmetica. Sono stati diversi i prodotti finiti sotto i riflettori ma secondo Akilah Releford il trucco per costruire un impero è semplice: «lo sviluppo di un prodotto non finisce mai: noi continuiamo a raffinare e migliorare i nostri cosmetici per offrire il massimo ai nostri clienti.»

REDAZIONE
Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.