AttualitàFood

È vero, si può morire per una bomboletta di panna spray

È stato il destino tragico di una modella-blogger di origine francese, che il 17 giugno ha perso la vita in seguito all’esplosione di un sifone per montare la panna.

Con oltre 150.000 follower su instagram Rebecca Burger, appena 33enne, era una grande appassionata di fitness, attività che le aveva donato un fisico scultoreo e un buon numero di seguaci. Qualche giorno fa però la sua vita è stata stroncata da un semplice sifone per montare la panna, probabilmente una banale guarnizione difettosa, tanto è bastato perché Rebecca non superasse la giornata.


Arresto cardiaco dopo l’esplosione

Una storia in apparenza surreale quella di questa ragazza, tanto più se si pensa che sia morta a causa di un comune attrezzo da cucina, eppure non ci sarebbe troppo da stupirsi: la maggior parte degli incidenti fatali si verificano in casa. Detto questo, nel caso di Rebecca sarebbe stato un arresto cardiaco innescatosi dopo l’esplosione della bomboletta ad esserle stato fatale.

Nonostante l’arrivo dei soccorsi non c’è stato, purtroppo, nulla da fare. La tragedia si sarebbe anche potuta consumare in silenzio, per lo meno quello che l’esposizione massiccia ai social network può garantire, ma a complicare la faccenda è stata la sensazione che questo tremendo fatto di cronaca si potesse evitare.

Fin dal 2009 infatti alcune associazioni di consumatori francesi avevano rilevato delle anomalie proprio in questo tipo di sifone a causa, si supponeva, della pressione del gas, troppo forte per essere sostenuta dalla testina plastica della bomboletta.

TOPIC panna
REDAZIONE
Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.