BevandeBirra

Una birra potrebbe cambiare il biologico negli USA

Il biologico negli USA potrebbe cambiare grazie a una birra, con un’iniziativa che permetterà un accesso ancora più facile alla certificazione bio per gli agricoltori americani.

Per gli agricoltori USA trasformare i propri campi convenzionali in biologico sarà sempre più facile, grazie ad una birra. Una nuova iniziativa, che prende il nome di Contract for Change, vuole aiutare i contadini statunitensi a superare facilmente i 3 anni di transizione che i campi richiedono prima di poter essere considerati biologici. L’idea è semplice: si attua una rotazione di colture nei campi e si introduce l’orzo, che viene poi acquistato da un’azienda che propone ai suoi clienti una birra di qualità, con il valore aggiunto di aiutare la transizione verso un sistema agroalimentare più bio.

birra biologico USA

Come farà una birra ad aiutare la rivoluzione biologica

La domanda di prodotti biologici è in aumento costante da anni ormai e i contadini di tutto il mondo, Stati Uniti in primis, non riescono a adeguare la loro produzione con la stessa velocità. Ogni paese e stato ha la propria legislazione riguardo i prodotti bio, e gli USA richiedono che, prima di poter marchiare un prodotto come biologico, sia necessario che il campo in cui è stato coltivato segua determinate regole per 3 anni. In parole povere, gli agricoltori si convertono a biologico ma possono certificarlo come tale solo dopo 3 anni di lavoro nei campi.

Questo modo di procedere penalizza i contadini che vogliono iniziare a coltivare in maniera bio i propri campi, spingendoli a trovare soluzioni alternative per coprire le spese superiori che richiede questa tecnica. Normalmente si piantano tutte quelle piante che danno un ritorno economico elevato, ma oggi potrebbe esserci una nuova alternativa: una birra biologica, la prima certificata a livello nazionale come biologica dall’USDA.

La bevanda si chiamerà Michelob ULTRA Pure Gold e permetterà agli agricoltori di vendere il proprio raccolto di orzo per 4 anni: i primi 3 verranno utilizzati per produrre una birra classica, mentre il primo anno in cui la certificazione biologica del cereale il raccolto verrà utilizzato per produrre la birra certificata bio. Nel frattempo, ovviamente, i produttori si impegneranno a raccontare la loro filosofia di produzione, invitando i clienti ad acquistare il proprio prodotto consapevoli dell’aiuto che viene dato all’agricoltura biologica.

REDAZIONE
Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.