Salute

Stanchezza primaverile: rimedi naturali per affrontarla

Che cosa è la stanchezza primaverile? Uno stato fisico e mentale che si manifesta in modo più dirompente durante i cambi di stagione.

Capita a tutti, nell’arco dell’anno, di sentirsi stanchi: studio, lavoro, vita frenetica e sport, sono tra le principali cause di questa condizione. Una sensazione che si accentua soprattutto durante i cambi di stagione, motivo per cui spesso sentiamo parlare di stanchezza primaverile. Scopriamo insieme quali sono i rimedi naturali per affrontarla al meglio.

stanchezza-primaverile

La stanchezza primaverile

La stanchezza è una sensazione di spossatezza che si manifesta nei periodi in cui le circostanze esterne richiedono sinergie di lavoro fisico e mentale superiori alle capacità fisiologiche di risposta e di adattamento dell’organismo. La si definisce stanchezza primaverile perché si manifesta più facilmente durante i cambi di stagione. I sintomi sono abbastanza noti: senzo di affaticamento fisico e mentale e mancanza di forze. È bene sapere che le nostre energie e di conseguenza le nostre debolezze sono gestite dalle vie metaboliche, ossia dalle attività biologiche delle nostre cellule. In uno stato di attività regolare il nostro corpo e la nostra mente funzionano al meglio, mentre in uno stato di alterazione di queste vie metaboliche, può sorgere uno stato di stanchezza che non è sempre e facilmente gestibile solo svolgendo una vita regolare.

I rimedi naturali

Per sopperire alla stanchezza primaverile, come detto, così definita perché si accentua con il cambio di stagione, spesso basta adottare uno stile di vita sano, un’alimentazione corretta e un buon riposo. Ma a volte queste soluzioni non bastano. Può capitare, infatti, che la stanchezza sia talmente radicata, da richiedere ulteriori rimedi naturali che permettano di ritrovare le energie per affrontare la giornata.

Alimentazione sana

Attuare nella propria quotidianità un’alimentazione sana è il primo passo per combattere la stanchezza primaverile. È bene prediligere una dieta basata su alimenti ricchi di vitamine e proteine. Sì ad acqua, cereali integrali, frutta e verdura, evitando cibi grassi e cotture difficili da digerire. Abbandonare abitudini poco sane, come bere alcol, fumare e mangiare snack ricchi di grassi. Ricordarsi sempre di bere tanta acqua, poiché l’idratazione delle cellule è fondamentale.

Sport e riposo

Per combattere la stanchezza primaverile, è bene anche non smettere di praticare sport o comunque di fare movimento, concedendosi anche momenti di decompressione. Infatti, la migliore soluzione è che ognuno, con i propri ritmi e le proprie abitudini, alterni regolarmente sport e riposo. L’attività fisica è un toccasana per il proprio corpo e per la propria mente, tanto quanto trovare un momento per sé, magari degustando una tisana o facendo un sonnellino pomeridiano, anche di pochi minuti. Anche il riposo notturno ha un ruolo fondamentale nel combattere la stanchezza primaverile, è bene dormire le giuste ore, evitando di andare a letto troppo tardi.

Le sostanze naturali

Se alimentazione sana, sport e riposo non dovessero essere sufficienti per ritrovare le energie, è consigliabile, prima di tutto, rivolgersi a un medico e non sottovalutare la situazione. Alcune ricerche scientifiche, in ogni caso, hanno dimostrato che esistono sostanze naturali che possono essere un rimedio efficace ad un periodo di affaticamento. In particolare, la miscela di alcune piante quali Eleuterococco, Ginseng, Ginkgo, Acerola Mirtillo, Sambuco e Mora o prodotti dell’alveare come la Pappa reale, che contengono complessi molecolari costituiti da centinaia di sostanze come terpeni, xantine, antocianine, lipidi e tannini, sono in grado di supportare l’organismo nei periodi di stanchezza generale e, nel caso specifico, di stanchezza primaverile.

rimedi-naturali-stanchezza-primaverile

Queste sostanze naturali, ancora meglio se provenienti da agricoltura biologica, hanno un effetto davvero importante su quelle vie metaboliche che, in stato di alterazione, portano corpo e mente ad una condizione di stanchezza. Un ulteriore aspetto che la ricerca scientifica ha evidenziato negli ultimi decenni è che la natura e quindi le stesse sostanze naturali possono rappresentare una risorsa per la salute dell’uomo e hanno anche un altro pregio non trascurabile; non sono rischiose per l’ambiente. In quanto naturali rientrano nel ciclo del vivente rispettando la prima regola della natura: la circolarità.

Contro la stanchezza primaverile, quindi, abbiamo a disposizione molteplici rimedi naturali che aiuteranno il nostro corpo e la nostra mente a ritrovare il giusto equilibrio ed energia per affrontare le fatiche della giornata.

REDAZIONE
Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.