Salute

Qual è la differenza tra raggi UVA e UVB?

La differenza tra i raggi UVA e UVB è considerevole, anche se entrambi appartengono alla famiglia delle radiazioni ultraviolette e hanno caratteristiche diverse tra loro e di conseguenza effetti differenti sull’organismo dell’uomo.

Cosa sono i raggi ultravioletti?

Per capire la differenza tra raggi UVA e UVB è bene prima capire cosa siano le radiazioni ultraviolette o raggi ultravioletti.

La radiazione ultravioletta chiamata anche luce ultravioletta ed abbreviata con UV è un intervallo della radiazione elettromagnetica con lunghezza d’onda non visibile ad occhio umano.

Il nome ultravioletto è infatti riferito al fatto che il colore violetto è il colore dotato della frequenza più elevata possibile che l’occhio umano sia in grado di percepire.

Per completezza di informazioni è bene sottolineare che la radiazione ultravioletta è approssimativamente il 10% della luce totale emessa dal sole. I raggi UV hanno la capacità di interagire con le molecole organiche degli organismi viventi, tant’è che nell’uomo questa interazione si manifesta anche con l’aumento dell’abbronzatura o attraverso problematiche più o meno gravi della cute.

Che differenza c’è tra raggi ultravioletti UVA e UVB?

Per capire la differenza tra i raggi UVA e UVB bisogna fare una ulteriore premessa, cioè che in generale la maggior parte della radiazione ultravioletta viene fortunatamente filtrata dall’atmosfera terrestre evitando che la radiazione crei danni gravi alle specie viventi.

Tuttavia i raggi ultravioletti hanno anche degli effetti positivi sugli organismi, ad esempio partecipando alla formazione della vitamina D fondamentale per lo sviluppo osseo dei vertebrati.

Le radiazioni ultraviolette che raggiungono la Terra sono per il 95% raggi UVA e per il 5% UVB e la differenza principale è che hanno una capacità diversa di penetrare gli strati del derma.

  • I Raggi UVA infatti penetrano fino a 400 nanometri colpendo gli strati più profondi della pelle, mentre i raggi UVB riescono a penetrare nei primi 315 nanometri.
  • Ulteriori differenze tra i raggi UVA e UVB è che i raggi UVB si concentrano maggiormente nei mesi estivi e soprattutto nelle ore centrali del giorno mentre i raggi UVA sono presenti tutto l’anno.
  • I raggi UVA, inoltre, a differenza dei raggi UVB non vengono fermati dalle nuvole o dai vetri delle finestre.
  • Dal punto di vista della salute della pelle i raggi UVB sono i responsabili degli eritemi solari e delle scottature mentre i raggi UVA sono i principali artefici delle rughe poiché causano un invecchiamento precoce della pelle e la comparsa delle caratteristiche macchie.

La differenza tra i raggi UVA e UVB coinvolgono numerosi fattori tra i quali la loro penetrazione negli strati della pelle e le conseguenze sulle cellule dell’organismo umano.

I raggi ultravioletti hanno anche degli aspetti positivi tra i quali la formazione della vitamina D indispensabile per la crescita sana del sistema osseo degli esseri viventi.

REDAZIONE
Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.