AttualitàLifestyle

Perché i fiori sono così costosi?

Sono soprattutto gli uomini a chiederselo: perché i fiori sono così costosi? Oggi vediamo di dare una risposta a questo interrogativo.

Ricevere un mazzo di fiori inaspettato è un regalo assai gradito, soprattutto dalle donne. Spesso però ci si chiede perché i fiori sono così costosi. Sono costosi, soprattutto quelli recisi, perché dietro c’è un lavoro preciso e meticoloso che non può lasciare nulla al caso. Una volta scoperti quali sono tutti i passaggi che un mazzo di fiori deve compiere per arrivare a casa vostra, con tutta probabilità non penserete più che siano poi così costosi.

perché fiori costosi

Provenienza

Alla base del perché i fiori sono così costosi, proprio come si fa per il cibo, è proprio la provenienza. L’Olanda è il maggior esportatore al mondo di fiori recisi, seguito da paesi in via di sviluppo come Colombia, Ecuador, Kenya ed Etiopia, ma anche Thailandia per varietà più esotiche. Va da sé quindi che i fiori devono percorrere molta strada per arrivare a destinazione non solo nel minor tempo possibile, ma anche rispettando determinate condizioni.

Trasporto

Il trasporto dei fiori può avvenire via aria, su rotaia o su ruota. In ogni caso deve essere a temperatura controllata in modo che le piante arrivino a destinazione belle come appena colte, senza macchie o foglie appassite. I trasporti refrigerati però sono costosi e richiedono che venga mantenuta una sorta di catena del freddo. Una delle ragioni sul perché i fiori sono così costosi. Se poi si parla di ricorrenze speciali come la Festa della Mamma, quella della donna o Ognissanti allora al normale trasporto va aggiunta l’eccezionalità dell’evento che richiede un aumento del personale, dei viaggi e degli sforzi.

trasporto fiori costosi

Coltivazione

Pensando al perché i fiori sono così costosi, non abbiamo però ancora considerato il processo produttivo, quello che va dalla semina, alla coltivazione al raccolto. Solitamente eseguite all’interno di serre, queste operazioni vengono svolte spesso in modo meccanizzato così da massimizzare i profitti. Se questa considerazione vale per i paesi più sviluppati, in quelli emergenti tutte le operazioni vengono svolte a mano. La minaccia più grande per una serra poi è data dai parassiti. Per questo le culture vengono sottoposte a rigidi trattamenti, così da scongiurare tutti i rischi ma questo non fa altro che far aumentare il prezzo dei fiori.

I costi poi, come accennato, sono dettati dalla manodopera. In periodi di forte domanda questa deve essere intensificata mentendo sempre alto il grado di specializzazione: il taglio dei fiori infatti è uno dei passaggi più delicati e deve essere svolto a dovere. Tutti questi rischi che coinvolgono la coltivazione e il trasporto si riflettono direttamente sul consumatore e determinano il perché i fiori sono così costosi.

Se continuate a pensare che i fiori siano troppo costosi ma volete comunque donarli, un trucco per risparmiare potrebbe essere quello di lasciare al vostro fiorista il compito di scegliere le varietà. Dategli solo un’idea di ciò che desiderate e lui creerà con quello che ha a disposizione la composizione adatta alle vostre esigenze a un prezzo sicuramente più contenuto.

blank
Dopo una Laurea in Ingegneria mi sono allontanata dai numeri e avvicinata a nuove forme di espressione, come la fotografia e la scrittura. Il mio blog, Il Cucchiaio Verde, racchiude entrambe le passioni e ha come filo conduttore uno stile di vita vegetariano.