AmbienteAttualitàRinnovabili

Pavimenti riciclati che producono energia elettrica

Pavimenti riciclati si integrano nel contesto architettonico e riescono a coniugare il riutilizzo di materiali con la produzione diffusa di energia elettrica green.

I pavimenti riciclati non rappresentano più solo una nuova tipologia di materiale da costruzione o per la finitura di opere edili, ma diventano veri e propri elementi decorativi ed altamente tecnologici che grazie al sole di ogni giorno possono produrre energia elettrica.

pavimenti energia elettrica
Fonte: platiosolar

Pavimenti riciclati: integrazione perfetta ed energia

I pavimenti riciclati che producono energia potrebbero rivoluzionare la progettazione e la realizzazione di opere pubbliche e private.


Sempre più aziende nel mondo, infatti, partendo dall’idea di coniugare riciclo e produzione di energia green stanno puntando sull’idea di produrre e proporre al mercato superfici calpestabili non solo da materiale riciclato, ma anche in grado di contribuire all’aumento della produzione di energia da fonti rinnovabili.

Questi nuovi pavimenti riciclati, quindi, consentono di aumentare in modo esponenziale le superfici a disposizione per la produzione di energia elettrica, integrandosi perfettamente in ambienti già esistenti o in nuove costruzioni.

I pavimenti da materiale riciclato, però, non solo possono integrarsi perfettamente da un punto di vista architettonico riducendo l’impatto estetico, ma possono anche divenire vero e proprio elemento decorativo.

Come sono realizzati i pavimenti riciclati che producono energia

I pavimenti riciclati progettati per la produzione di energia elettrica vengono solitamente realizzati con blocchi di piastrelle ancorate tra di loro e costruite riciclando altri materiali, come ad esempio le bottiglie in PET (400 bottiglie per una piastrella). La struttura di ogni singola mattonella integra le cellule fotovoltaiche che vengono ricoperte con vetro temprato antiscivolo che consente di camminarvi sopra senza alcun problema. Ve ne sono anche di carrabili che sopportano il peso di una vettura in transito.

Per piccole superfici si può andare da 10 a 30 metri quadrati e sono adatte a viali, terrazze, balconi e patii. Alcune versioni consentirebbero di coprire il consumo energetico annuale di una famiglia media con soli 20 metri quadrati.

Si può anche giocare con i colori perchè questi pavimenti riciclati vengono realizzati con tonalità diverse, quali ad esempio il rosso, il blu e il verde: ecco, quindi, marciapiedi colorati come sentieri felici nelle città solitamente grigio monotono.

Le pavimentazioni riciclate, ovviamente, possono essere utilizzate per alimentare veicoli elettrici, sempre più diffusi, ma anche per alimentare panchine tecnologiche da cui attingere energia per smartphone ed altri dispositivi o ancora per alimentare lampioni per l’illuminazione notturna.

pavimenti riciclati energia elettrica

Ecco, quindi, che non solo più pannelli fotovoltaici e tegole solari saranno il futuro della produzione di energia elettrica sostenibile, ma anche centinaia e migliaia di metri quadrati di pavimenti riciclati di vialetti d’ingresso a case green o di piazze di vetro e di marciapiedi colorati di città sostenibili.

REDAZIONE
Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.