AttualitàFormaggi & Latticini

Il Parmigiano è il cibo più rubato nei supermercati italiani

Sembrerebbe che il formaggio sia il bene commestibile tra i più rubati in tutto il mondo, notizia che trova conferma anche in Italia, secondo Coldiretti, dove è in particolare il Parmigiano a soffrirne.

É solo dello scorso marzo la notizia della cattura di una delle più prolifiche bande specializzate nel furto di formaggi e vino, operazione che ha visto in azione la polizia di Modena in una operazione denominata «Wine & Cheese». Eppure sembrerebbe che non sia solo un problema italiano quello del furto di formaggi, ma piuttosto globale, tanto che negli ultimi anni il formaggio si è attestato tra le prime due posizioni tra i cibi più rubati al mondo.

Il Parmigiano è il formaggio più rubato nei supermercati

10 milioni di euro persi a causa dei furti

Una cifra da capogiro quella che viene sottolineata da Coldiretti, impegnata a sensibilizzare riguardo la situazione del Parmigiano «che nel corso dell’ultimo triennio ha subito furti per un valore vicino ai 10 milioni di euro con oltre 20mila forme sottratte da caseifici, magazzini, distributori e supermercati.»

10 milioni di euro persi a causa dei furti

Ma non sono solo questo tipo di furti strutturati a destabilizzare uno dei prodotti più caratteristici della gastronomia italiana, quanto piuttosto i piccoli crimini che si consumano tra gli scaffali dei supermercati, tanto che «​Il Parmigiano è il prodotto più rubato – sottolinea Coldiretti – per una percentuale di furti che è tripla rispetto alla media dei supermercati italiani, dove sono spariti nel 2015 prodotti per 2,95 miliardi, pari all’1 per cento del fatturato complessivo.»
Nel 2011 uno studio pubblicato dal Centre for Retail Research ha confermato come il furto di formaggio non sia solo un problema italiano ma globale, tanto che compare in prima posizione come cibo più rubato nei supermarket di tutto il mondo.

Galeotto fu il formaggio

Come mai tra tutti i prodotti che si possono trovare tra gli scaffali di un supermercato è spesso il formaggio ad essere il cibo più rubato? In un’intervista rilasciata al The Guardian il criminologo Ron Clarke usa l’acronimo Craved per spiegare il caso: Concealable, Removable, Available, Valuable, Enjoyable and Disposable. In altre parole, sarebbe facilmente occultabile, removibile, disponibile, piacevole e accessibile, tutte caratteristiche che lo rendono una preda perfetta.

Sempre tra le prime posizioni si trovano vino e alcolici, anche se a frenare le mani leste delle corsie ci sono allarmi o etichette intelligenti, stesso trattamento che subiscono le lamette per rasoi, altro motivo per cui il formaggio, lasciato spesso incustodito, rimane un prodotto gettonato per le scorreria al supermercato.

Fonti: cinquecolonne.it – theguardian.com – mnn.com – coldiretti.it

REDAZIONE

Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.