AmbienteAttualitàLifestyle

Pannolini sostenibili: una startup alla conquista del mondo

Una startup americana ha lanciato sul mercato i pannolini sostenibili di stoffa che rispettano l’ambiente ed evitano milioni di tonnellate di rifiuti.

La sensibilità verso il nostro pianeta ha spinto le promotrici del progetto made in USA a commercializzare pannolini sostenibili di tessuto completamente lavabili che promettono sia prestazioni migliori rispetto ai pannolini usa e getta sia un abbattimento drastico del volume di rifiuti generato da questi ultimi.

pannolini sostenibili

Pannolini sostenibili, un’alternativa possibile

I pannolini sostenibili sfidano l’industria dei pannolini usa e getta che è il terzo produttore di rifiuti domestici negli Stati Uniti. Secondo GreenAmerica.org, infatti, gli americani gettano quasi 30 miliardi di pannolini all’anno e l’EPA stima che 4,15 milioni di tonnellate di pannolini siano state portate in discarica nel 2017.


Si calcola che un bambino utilizzi circa 6.500 pannolini dalla nascita all’età del vasino con un costo medio per i genitori di circa 72 dollari al mese in pannolini usa e getta, cioè circa 900 dollari all’anno.

Ecco perché si sono fatti strada progetti alternativi come quelli dedicati al ritiro, al lavaggio ed alla riconsegna di pannolini riutilizzabili che funzionano soprattutto laddove le persone o non sono attrezzate con lavatrici ed asciugatrici o hanno poco tempo per gestire anche questo incombente. A New York City, ad esempio, c’è Diaperkind un servizio che consegna e lava i pannolini per 36 – 46 dollari a settimana (in totale circa 15.000 – 18.000 pannolini a settimana) e che presso la Casa dei Pannolini ospita corsi sui pannolini e riunioni di genitori.

pannolini sostenibili lavabili

Il nuovo progetto made in USA

Ora, proprio le fondatrici di Diaperkind, sono andate oltre ed hanno lanciato Esembly, una linea di pannolini in tessuto organico e riutilizzabile; la linea di pannolini sostenibili si presenta anche elegante, così da poter essere apprezzata sia dai genitori eco-consapevoli sia da quelli più attenti alla moda.

Con un costo di circa 300 – 400 dollari si riceve un kit iniziale dotato di pannolini sostenibili lavabili e di prodotti ausiliari (salviettine riutilizzabili, prodotti per la cura della pelle, etc.) e, secondo una delle fondatrici, l’unico costo ricorrente rimane poi solo quello riferito al funzionamento della lavatrice due volte a settimana.

Il kit Esembly può essere spedito ovunque, rendendo possibile l’utilizzo dei pannolini sostenibili di stoffa ad ogni genitore che fa il bucato a casa.

Le fodere interne dei pannolini sostenibili sono in cotone biologico, le fodere esterne sono impermeabili e le borse portaoggetti, tutte decorate, sono completamente realizzate con bottiglie riciclate.

Il progetto Esembly ha già raccolto l’interesse di molti investitori che sia attraverso una campagna di crowdfunding sia attraverso un fondo di venture capital hanno investito oltre un milione di dollari che sarà utilizzato anche per vincere la prossima sfida del progetto: sensibilizzare le mamme all’acquisto di pannolini sostenibili ed a difesa dell’ambiente.

l riscontri sembrano per ora incoraggianti: i genitori più giovani, infatti, appaiono aperti ed entusiasti dei pannolini sostenibili, più vicini alla loro etica personale, intrisa anche del rispetto per la Terra.

Il progetto, quindi, si pone come un buon punto di partenza che potrà essere d’aiuto a tutti coloro che non si sentono a proprio agio con la quantità di rifiuti che i pannolini usa e getta producono e che vedono nei pannolini sostenibili di tessuto una soluzione eco-compatibile.

REDAZIONE
Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.