AmbienteAnimaliAttualità

Pannelli solari e pascoli: il futuro è nell’agrivoltaico

Una ricerca ha fatto luce sulle potenzialità dell’agrivoltaico e l’idea di combinare pannelli solari e pascoli appare sempre di più una strategia vincente.

L’agrivoltaico rappresenta un settore in espansione, forse ancora poco conosciuto ai più, pronto ad aprire nuove importanti prospettive. Gli studi non mancano e ora un’innovativa ricerca si è concentrata sulla possibilità di combinare pannelli solari e pascoli. I vantaggi derivati potrebbero essere molteplici e per il futuro tali scoperte sembrano destinate a essere cruciali.

pannelli solari e pascoli

L’agrivoltaico:

Nel mondo di oggi le energie rinnovabili devono rivestire un ruolo di rilievo e calarle nelle attività quotidiane non può che offrire vantaggi. Da tale consapevolezza è nato il settore agrivoltaico, che mira a integrare attività agricola e produzione di energia tramite pannelli solari. I benefici di tale pratica per determinate colture sono state ampiamente provati. La ricerca ha, inoltre, dimostrato che i migliori siti per l’installazione di pannelli fotovoltaici coincidono con praterie e terreni agricoli nelle zone temperate. Ora a essere sotto indagine è, dunque, la possibilità di combinare anche pannelli solari e pascoli, che potrebbe cambiare notevolmente anche il settore dell’allevamento.

Lo studio su pannelli solari e pascoli:

Un nuovo studio della Oregon State University ha per la prima volta indagato sulla fusione tra pannelli solari e pascoli. Il team ha confrontato la produzione di foraggio e le condizioni degli ovini in terreni sgombri e cosiddetti “pascoli solari”. Nelle zone libere la crescita di erba è maggiore, ma di minore qualità. L’aumento di peso degli agnelli è apparso, infatti, essenzialmente identico. Il consumo di acqua degli ovini nelle stagioni calde è risultato minore nei pascoli solari, grazie all’ombra fornita dai pannelli. La produttività dei campi aperti equivale a 1.046 $ per ettaro all’anno, mentre per i terreni fotovoltaici a 1.029 $. Aggiungendo a essa il valore dell’energia, il divario appare evidente.

Il futuro:

Il binomio pannelli solari e pascoli potrebbe rivelarsi determinante per il futuro del rinnovabile. A trarne vantaggio saranno animali e umanità. L’installazione di un impianto fotovoltaico importante richiede grandi spazi e lo stesso vale per l’allevamento di bestiame. Coniugare le due necessità moltiplicherebbe le possibilità. Gli animali provvederebbero, poi, a controllare la vegetazione limitando gli interventi di management e il ricorso a erbicidi.  Nell’ultimo decennio il numero degli impianti solari solo negli USA è cresciuto del 48% e nei prossimi 10 anni è atteso un ulteriore raddoppiamento. Gli studi sull’agrivoltaico stanno dunque progredendo rapidamente e possiamo attenderci ampi sviluppi.

La combinazione di pannelli solari e pascoli nel mondo di oggi non è certo ancora all’ordine del giorno. Raggiungere gli obiettivi climatici fissati dalla comunità internazionale rappresenta, però, una priorità e ogni progresso in tale ambito è ben accetto. Non possiamo che augurarci che, ancora una volta, l’ingegno sappia essere il carburante migliore.

blank
Laureata in Filosofia, credo fermamente che ogni sfaccettatura del sapere umano meriti di essere inseguita. Amo la lettura, gli animali e la natura e penso che solo continuando a farsi domande sia possibile mantenere uno sguardo vigile sul mondo.