AmbienteEcologiaHot Topic

Ora della Terra: cos’è l’Earth Hour e cosa serve

L’Earth Hour, ora della terra in italiano, è una mobilitazione per l’ambiente che coinvolgerà tutto il mondo il 30 marzo alle 20:30. Sapete a cosa serve?

L’Ora della Terra, conosciuta come Earth Hour nel resto del mondo, sarà un momento per tutti per prendere coscienza dei problemi ambientali legati alla terra. Il 30 marzo alle 20:30 chiunque, in tutto il globo, sarà invitato a spegnere le luci e altri oggetti elettronici per un’ora. Un gesto sicuramente simbolico, ma che ha lo scopo di far prendere coscienza a tutte le persone di problemi come il calo della biodiversità o il riscaldamento globale.

ora della terra

Cos’è l’Ora della Terra

L’Ora della Terra è arrivata alla sua dodicesima edizione: organizzata per la prima volta nel 2007 dal WWF, questa mobilitazione globale ha visto la sua edizione iniziale a Sidney. Negli anni l’idea si è diffusa sistematicamente in tutto il mondo, coinvolgendo comuni e città oltre che privati cittadini.

LEGGI ANCHE: Global Climate Strike For Future, il mondo in piazza per il pianeta

Non sono pochi i paesi che ad oggi hanno organizzato progetti, eventi e manifestazioni collegate all’Earth Hour, magari sospendendo per un’ora l’illuminazione di alcuni monumenti caratteristici come il Colosseo, Piazza Navona, il Cristo Redentore di Rio, la Torre Eiffel e il Ponte sul Bosforo. Cittadini, istituzioni e imprese sono tutte chiamate a riflettere su alcune tematiche ormai imprescindibili.

cos e ora della terra

A cosa serve l’Ora della Terra

Come abbiamo anticipato, l’obiettivo della Earth Hour è creare una maggiore consapevolezza riguardo ai problemi legati al cambiamento climatico e alla riduzione della biodiversità. Può sembrare controintuitivo, ma se ogni persona al mondo cominciasse a fare qualche piccolo gesto per migliorare il nostro rapporto con l’ambiente, avremmo il potere di cambiare il mondo che abitiamo.

Oggi stiamo assistendo alla sesta grande estinzione di massa, una situazione che viene aggravata dall’attività dell’uomo, che secondo gli scienziati avrebbe peggiorato ulteriormente la situazione. Anche volendo considerare il mero impatto economico, sono quasi 50 miliardi all’anno i dollari svaniti per colpa della ridotta biodiversità. Per questo motivo il 30 marzo alle 20:30 chi aderirà all’iniziativa è invitato a ridurre al minimo i suoi consumi elettrici, luce in primis.

REDAZIONE

Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.