AmbienteOrto

Olio di Neem per le piante: le proprietà antiparassitarie

È un rimedio naturale e non tossico contro insetti e parassiti: ecco come usare l’olio di Neem per le piante.

Il Neem è un olio vegetale impiegato per tantissimi scopi diversi. Ricco di sostanze benefiche per l’uomo, è anche un ottimo rimedio naturale per la salute di piante e animali. Grazie alle sue proprietà antiparassitarie funziona come insetticida naturale, adatto in agricoltura biologica come per la cura dei fiori. Qui approfondiremo i benefici dell’olio di Neem per le piante e come usarlo per ottenere un risultato efficace.

olio neem per piante
Foto: Alongkorn Tengsamut @Pixabay

Le proprietà antiparassitarie dell’olio di Neem

Gli arabi lo chiamano Shajar-e-Mubarak, ovvero “albero benedetto”. Grazie alla varietà delle sostanze contenute, infatti, il Neem è un olio adatto a molti utilizzi diversi. In ambito agricolo, in particolare, si sfrutta la sua capacità di tenere lontani parassiti e insetti quali afidi e cocciniglia, mosche bianche, formiche e, tra gli altri, le zanzare.

La presenza di un insieme di sostanze, dette limonoidi, blocca lo sviluppo degli insetti negli stadi larvali, interferendo con il loro sistema ormonale. Su insetti e parassiti adulti, invece, agisce come repellente limitando fortemente l’attrazione per gli insetti.

Come usare l’olio di Neem per le piante

Per beneficiare degli effetti dell’olio di Neem sulle piante bisogna utilizzare la sostanza diluita in acqua e mai pura. Trattandosi di un olio, sarà necessario diluirlo con un emulsionante. Ottimo per lo scopo è il sapone di marsiglia che, rendendo il Neem idrosolubile, favorisce l’adesione della soluzione nebulizzata sulle piante e quindi ne migliora il risultato.

Dosagggio olio di Neem per piante

Il corretto dosaggio dipende dalle esigenze della pianta: se si utilizza l’olio di Neem a scopo preventivo o per intervenire su un’infestazione in corso e quale insetto si vuole colpire. Generalmente, bastano 7-8 gocce ogni litro d’acqua, meglio ancora se tiepida per favorire la diluizione. Ottenuto il nostro insetticida, completamente naturale e non tossico per uomo e impollinatori, basterà utilizzare uno spruzzino e applicare il Neem direttamente sulle parti interessate. Se spruzzato sulla terra, ne beneficeranno anche le radici della pianta.

Si consiglia di eseguire quest’operazione nel tardo pomeriggio/sera o comunque quando il sole è basso. L’olio di Neem, infatti, è sensibile al calore e se esposto direttamente ai raggi solari può perdere di efficacia. Ripetere per tre o quattro sere consecutive.

Quando usarlo per la difesa delle piante

L’olio di Neem è efficace contro un centinaio di insetti diversi. Adatto a prevenire un attacco, o anche a curare infestazioni in corso, protegge le piante da:

  • Afidi
  • Cocciniglia
  • Mosca bianca
  • Lepidotteri
  • Coleotteri
  • Minatori fogliari
  • Bruchi
  • Formiche
  • Cavallette.

Grazie alle proprietà antimicrobiche ed antifungine, l’olio di Neem è efficace anche sull’oidio, una malattia delle piante provocata da un fungo, conosciuta per lo più come “mal bianco”. La sua azione antinfiammatoria, invece, funziona in caso di punture di zanzara, pulci e zecche. Si applica direttamente sulla pelle per lenire il fastidio o, preventivamente, per tenerli lontani.

blank
Giornalista pubblicista, in continua formazione per attitudine, mi piace scrivere di tematiche ambientali, sostenibilità e innovazione. Attenta al presente, curiosa per il futuro, sono un’ottimista, convinta che l’unica cosa che ci renda migliori sia la volontà di migliorarsi.