AmbienteEcologia

New York green: 50% di auto in meno grazie alla micromobilità verde

Una New York più green, con il 50% di auto in meno, è possibile grazie alla mobilità verde, anzi, micromobilità: biciclette, scooter e monopattini elettrici potrebbero fare veramente la differenza.

La città di New York può essere più green, vedendo sulle sue strade il 50% di auto in meno nel prossimo futuro grazie alla mobilità verde. A sostenerlo un nuovo studio condotto da INRIX, che ha individuato nella micromobilità condivisa e elettrica la soluzione per il traffico e parte dell’inquinamento cittadino. L’analisi ha preso in considerazione diversi fattori, dalla quantità di veicoli in strada alla natura dei percorsi scelti, arrivando a delle conclusioni molto interessanti.

new york green
Foto di INRIX

Micromobilità verde per le metropoli

Vedere New York in versione green non è impossibile. La proposta di INRIX è semplice e si basa sul concetto di «ultimo miglio» – o «ultimo chilometro» per chi usa il sistema metrico: lo spostamento verso i centri urbani può avvenire con mezzi di trasporto di massa, come treni, pullman o aerei, mentre per arrivare alla destinazione finale ci si muoverebbe con scooter, bici o monopattino elettrici. Del resto lo studio, condotto collezionando una quantità immensa di dati anonimi, indica che il 48% di tutti i viaggi in macchina nei centri metropolitani è inferiore ai 5 chilometri, una tratta ragionevole da percorrere grazie alla micromobilità verde.

micromobilita verde

Avere la metà delle macchine in circolazione può fare davvero la differenza per città come New York, dove il traffico e lo smog possono essere problemi molto pressanti. Ovviamente per capire l’efficacia della micromobilità verde è necessario tenere conto di diverse variabili: l’accessibilità dei mezzi, la presenza di strade o percorsi pensati apposta per veicoli elettrici, la pendenza della città, solo per citarne alcune. Non sarà facile implementare tutte le infrastrutture necessarie ad avere un sistema di trasporto più green, basato sulla condivisione dei mezzi, ma potrebbe essere una soluzione a diversi problemi metropolitani.

REDAZIONE

Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.