AmbienteAttualità

Natale: idee originali per incartare i regali in maniera ecofriendly

Dal riciclo degli imballaggi dell’e-commerce all’uso di foulard e vestiti vecchi, sono molte le strategie per non consumare carta in eccesso

Di tutti i rifiuti delle festività natalizie, la carta da regalo è forse la più abbondante. D’altronde, l’effetto sorpresa dei numerosi doni che ci si scambia è garantito in buona parte dal confezionamento a tema. Senza la carica d’attesa che accompagna la loro apertura, lo stupore sarebbe drasticamente inferiore, soprattutto tra i bambini. Ecco perché non si può rinunciare a fare dei bei pacchetti. Quello che si può fare per ridurre i rifiuti è trovare dei materiali e delle strategie alternative per “vestire” i regali da festa senza riempire i bidoni della spazzatura con carta regalo comprata appositamente per lo scopo.

Natale pacchetti ecofriendly riciclo

Un foulard al posto della carta

Un’idea originale per confezionare i propri doni arriva dal Giappone. È il furoshiki, il tipico involucro quadrato di stoffa in cui i locali usano trasportare vestiti, beni alimentari e oggetti vari (quello che si vede appeso a un bastone in molti cartoni animati giapponesi, per intenderci). Prendendo in prestito questa pratica, si possono utilizzare sciarpe, foulard, scialli, fazzoletti o pochette per un prodotto che finirà sotto l’ albero di Natale. Su YouTube ci sono molti tutorial che mostrano come avvolgere forme diverse. In questo modo, il destinatario del pacchetto avrà un doppio regalo.


Riutilizzare gli imballaggi dell’e-commerce

Se invece non si vuole rinunciare all’effetto carta, gli imballaggi delle piattaforme di e-commerce sono una miniera di materiali da riciclare per i propri pacchetti. Anzi, da valorizzare. Si possono utilizzare le scatole integre che contenevano la merce ordinata e, per gli oggetti più piccoli, anche i fogli di carta che di solito proteggono il contenuto. Anche le borsette di carta marrone del supermercato o degli altri negozi in cui si fanno acquisti possono fornire materiale buono per lo scopo, ancora di più se hanno poche scritte e loghi. E se i colori sono un po’ spenti, si possono decorare a piacere (più avanti diamo qualche idea).

Riciclare mappe e spartiti

Un’altra alternativa per un pacco regalo ecofriendly e decisamente non convenzionale sono i tanti prodotti di carta che potrebbero affollare le vostre soffitte e cantine. Ci riferiamo alle vecchie mappe stradali, alle cartine geografiche da muro, ai libri dimenticati o agli spartiti musicali studiati dai figli quando prendevano lezione di chitarra.

Scotch ecologico

Tutte le possibilità illustrate richiederebbero abbondanti dosi di nastro adesivo. Un materiale che rende la carta difficile da riciclare una volta buttata nel bidone, ma anche da riusare per un eventuale, successivo presente. Per questo, l’ideale sarebbe scegliere tipologie di nastro adesivo compostabile/biodegradabile o, ancora meglio, il washi tape, altra soluzione made in Giappone: è uno scotch prodotto con le fibre vegetali del gelso da carta o di altre piante tipiche del Paese e, al contrario di quello classico, si può applicare e rimuovere più volte senza che lasci residui sulle superfici. Il washi e i nastri bioedegradabili si possono trovare in diverse fantasie, anche natalizie.

Il pacchetto senza nastro adesivo

Ma se volete mettervi alla prova ed essere ancora più ecofriendly, potete fare un pacchetto senza usare lo scotch. Sempre online, ci sono molti tutorial che spiegano come avvolgere il vostro regalo incastrando perfettamente la carta angolo angolo. È necessaria una buona dose di manualità, ma il risultato sarà uguale e identico a quello che si ottiene con la tecnica classica. I più ambiziosi possono cimentarsi anche nel creare decorazioni in stile origami sul pacchetto.

Le decorazioni fai da te

Vi mancano le tradizionali fantasie della carta da regalo natalizia? Con un po’ di fantasia potete personalizzare gli imballaggi riciclati a vostro gusto. Le possibilità sono numerose: potete prendere lo strato di plastica a bolle presente all’interno delle buste per le spedizioni, cospargerla di colore acrilico e usarla come timbro per una fantasia a pois; oppure potete recuperare rametti, piccole pigne e foglie cadute dai vostri alberi e incollarle/legarle al pacchetto; infine, potete usare batuffoli di cotone per l’effetto neve o ritagliare strisce di tessuto dai vecchi vestiti da buttare (t-shirt, camicie, capi in flanella, meglio se colorati) per creare nastri e fiocchi originalissimi.

REDAZIONE
Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.