AmbienteAttualità

Monsoni: così le polveri nell’atmosfera alterano il clima

Le polveri provenienti dal deserto stanno alterando il sistema dei monsoni in Asia. L’umanità ha delle responsabilità e le conseguenze spaventano.

monsoni condizionano profondamente il clima asiatico. La vita di molti è legata ai loro cicli, che, negli ultimi anni, si stanno facendo sempre più imprevedibili. Un nuovo studio ha indagato sull’impatto delle polveri provenienti dal deserto e ha mostrato quanto queste siano in grado di causare cambiamenti nella circolazione atmosferica. Le conseguenze preoccupano gli scienziati, soprattutto alla luce del cambiamento climatico.

Monsoni: polveri sottili alterano il clima

Monsoni e polveri:

I monsoni sono venti periodici tipici dell’area dell’Oceano Indiano. Nei mesi invernali spirano dal continente all’oceano e nei mesi estivi nella direzione opposta. In un recente studio condotto dall’Università del Kansas, i ricercatori hanno dimostrato come le polveri, provenienti dai deserti del Medio Oriente, li influenzino. Qinjian Jin autore principale, ha infatti spiegato che il particolato, trasportato dai venti, assorbe le radiazioni solari. L’atmosfera si surriscalda e questo causa alterazioni di pressione. L’umidità trasportata sul continente aumenta e, quindi, anche le precipitazioni. Si innesca, poi, un circolo. Un monsone di forte intensità causa un surriscaldamento nella parte superiore dell’atmosfera, con forti moti di convezione. La polvere raccolta dai venti, dunque, aumenta.

I cambiamenti:

Lo studio ha reso i cicli dei monsoni più comprensibili. Indagando l’effetto “pompa di calore” hanno infatti mostrato il ruolo fondamentale della Penisola Iraniana. È stato dunque chiarito che l’impatto delle polveri, in parte già noto, influenza diversi fattori. Riducono in primis, la capacità riflettente della neve causando un surriscaldamento del terreno e della troposfera. Il particolato poi assorbendo le radiazioni solari, è in grado di causare anche l’opposto raffreddamento della superficie stessa. Gli aerosol possono, poi, fungere da nuclei per la formazione di nubi, alterando le proprietà microfisiche di queste e delle precipitazioni.

Conseguenze e cambiamento climatico:

Comprendere le dinamiche che influenzano i monsoni è fondamentale. In India, infatti, l’agricoltura genera il 20% del PIL e il clima è determinante. Nei mesi estivi cade l’80% della pioggia annua necessaria per le colture. Jin ha poi specificato che comprendere l’impatto delle polveri è ancora più importante nel contesto del cambiamento climatico. L’inquinamento atmosferico è a livelli altissimi e i particolati generati dall’uomo sono in continuo aumento. Secondo una ricerca pubblicata su Earth Systems Dynamics, poi, ogni innalzamento di 1 °C della temperatura globale causerà un aumento del 5% delle precipitazioni monsoniche.

È chiaro che il sistema dei monsoni rappresenta un tratto fondamentale del clima del subcontinente indiano. Per 1 miliardo di persone l’agricoltura rappresenta l’unica fonte di sostentamento, quindi i nuovi studi non possono che allarmare. Ancora una volta l’impatto delle azioni di ciascuno va ben al di là del comunemente avvertito. Polveri e sabbia, potremmo dire, non sono mai sembrate così pesanti.

REDAZIONE
Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.