AttualitàHot TopicLifestyle

McDonald’s sostituirà i dipendenti con i robot

In futuro, probabilmente, McDonald's sostituirà i dipendenti con i robot: potenzialmente più efficienti e meno costosi. I test sono già iniziati.

McDonald’s sostituirà i dipendenti con i robot, questa è la verità. E non sarà di certo l’unica attività a farlo, semplicemente – un’ottimizzazione alla volta – il servizio nei ristoranti si sta automatizzando sempre di più, lasciando sempre meno spazio agli esseri umani.

McDonald’s dipendenti robot

McDonald’s i dipendenti diventano robot a partire dalle friggitrici

Non c’è da stupirsi se McDonald’s sostituirà i dipendenti coi robot, si tratta di una normale evoluzione con basi chiare e razionali. Gli esseri umani sono molto bravi a svolgere compiti creativi, ad adattarsi e a improvvisare; i robot sono straordinari nello svolgere compiti ripetitivi e schematici. In un ristorante McDonald’s – così come in altri fast food del genere – di compiti necessariamente ripetitivi ce ne sono diversi, a partire dal processo di frittura. Non è un caso se proprio da quello che si sta cominciando a sperimentare. Friggere della patatine, sempre identiche, sempre nello stesso modo, infatti, è un processo facilmente automatizzabile.

McDonald’s robot friggitrici
Foto di Paul Horner, Facebook

LEGGI ANCHE: Snackbot, il robot che consegna snack salutari (e non)

I primi test di McDonald’s per sostituire i dipendenti con i robot si sono mossi proprio in quella direzione, sfruttando inoltre le nuove tecnologie a comando vocale. Qualcosa di molto simile agli assistenti virtuali lanciati da giganti come Amazon, Google e Apple. Tale risoluzione offrirebbe all’azienda la possibilità di accelerare il processo, limitare gli errori e rendere ancora più preciso il grado di standardizzazione del prodotto, garantendo così una migliore prevedibilità dei tempi e dei costi del processo. Anche rispetto a quest’ultimo punto si possono riscontrare interessanti vantaggi, primo fra tutti: un netto risparmio sugli stipendi. Se la tecnologia a comando vocale testata sulle friggitrici robot funzionasse, magari anche su altri dispositivi, ciò significherebbe, potenzialmente, che dal McDrive un cliente potrà ordinare parlando con una macchina e ottenere poi un pasto preparato dalle macchine.

Ottenere le massime efficienza e controllabilità al minimo costo, questo il progetto di McDonald’s che sostituirà i dipendenti coi robot. L’equazione da un risultato chiaro, tutto sta nel capire quando questi macchinari riusciranno a essere efficaci e non sbagliare. Ma, probabilmente, si tratta solo di una questione di qualche anno considerando che già l’anno scorso c’è stato l’esperimento di un ristorante McDonald’s a Phoenix in Arizona, interamente gestito da robot. I tempi sono matura.

blank

Chitarrista, motociclista, da sempre appassionato di scienza, tecnica e natura. Sono laureato in Psicologia del Lavoro e della Comunicazione. Curioso per natura amo i viaggi, il buon vino e scoprire cose nuove. Da qualche anno nel settore del marketing digitale e della comunicazione.