AttualitàHot TopicLifestyle

Matrimoni e Coronavirus: cosa succede durante e dopo la quarantena?

Matrimoni e Coronavirus, una situazione davvero difficile per chi era in procinto di dire il fatidico sì

Saranno molte le domande che vi starete ponendo se siete tra gli sfortunati che stavano organizzando, o avevano già fissato una data, per il proprio matrimonio, nel lasso temporale che va dall’8 Marzo al 3 Aprile. La situazione tra matrimoni e Coronavirus non è sicuramente facile, in questo momento infatti il governo italiano ha deciso di sospendere tutte le celebrazioni, compresi i matrimoni. Le soluzioni purtroppo non sono molte, potete decidere di annullare la cerimonia, oppure di posticiparla

Annullare la cerimonia

Nel caso decidiate di annullare la cerimonia, ci sono diversi aspetti da tenere in considerazione in questa difficile fase di matrimoni e Coronavirus, tra i quali i soldi già versati. È lecito pensare se potrete recuperare i depositi dati, tanto quanto i fornitori si porranno la medesima domanda: dovremo ridare i soldi già presi per il lavoro iniziato? Se foste davvero nella situazione di non poter scegliere una nuova data e quindi di rinuncia al vostro matrimonio, la legge italiana prevede ai sensi dell’art. 1463 del Codice Civile, che i fornitori restituiscano la somma ricevuta, ma trattenendo gli acconti per le attività già svolte. In ogni caso, sarebbe meglio rivolgersi a un legale di fiducia per far leggere il contratto e definire che non ci siano clausule che non sono state prese in considerazione. Ma è giusto sottolineare che se tutti decidessero di annullare le nozze e tutti chiedessero un rimborso ai fornitori, andrebbero a gravare, più di quello che sta già facendo il Coronavirus, sulla situazione economica dei fornitori stessi, mandando in crisi l’industria dei matrimoni.


Posticipare la data

Nella situazione che si è creata tra matrimoni e Coronavirus, per non abbandonare l’idea di mettersi l’abito bianco e pronunciare il fatidico sì, il consiglio più indicato è forse quello di posticipare la data. In questo difficile momento anche i fornitori sono impossibilitati ad adempiere ai loro compiti, quindi non costa nulla provare a contattarli e trovare un accordo, così da non perdere i soldi e nemmeno i fornitori scelti. Vi domanderete quando e come posso fissare una nuova data? In accordo con i fornitori, potreste rimandare il matrimonio anche nel 2021, certi che i fornitori stessi, in ginocchio a causa del Covid-19, saranno ben contenti di potervi accontentare e mantenere sano il rapporto instaurato.

Il matrimonio è organizzato subito dopo il 3 Aprile

Se non siete in fase organizzativa, ma il matrimonio è organizzato dopo il 3 Aprile, oltre quindi la quarantena imposta dallo Stato, la cosa migliore da fare sarebbe aspettare di capire come si evolverà la situazione. Ma se non è possibile attendere, come nel caso organizzativo le scelte restano due: annullare o posticipare. Ma le regole in questo caso sono diverse, se doveste decidere di annullare, non avreste alcun tipo di diritto a recuperare quello che avete già dato. La soluzione migliore è, come nel primo caso, di posticipare prendendo accordi con i vostri fornitori.

Questa situazione di matrimoni e Coronavirus, ma forse più in generale questa circostanza di emergenza non è sicuramente la normalità, proviamo a darci tutti una mano sperando che questo momento migliori quanto prima.

blank
Giornalista pubblicista, attratta dalla natura e dal benessere, una persona dinamica e motivata da una costante voglia di conoscere il mondo che la circonda. Laureata in Relazioni Pubbliche e Pubblicità, con uno spiccato interesse per la moda, lo yoga e la buona cucina.