CosmesiCulturaEconomia

L’Oréal svela la sua strategia per la sostenibilità: etichette ecologiche, impatto zero e packaging

L'Oréal ha svelato una serie di nuovi obiettivi ambientali da raggiungere entro il 2030 che coinvolgono etichette ecologiche, annullamento delle emissioni e packaging.

L’Oréal, il colosso della cosmetica ha annunciato che implementerà gradualmente l’etichettatura di impatto ambientale e sociale sui suoi prodotti entro la fine del decennio. Inoltre garantisce che tutti i suoi imballaggi sempre entro il 2030 proverranno da materiali riciclati.

l'oreal sostenibilità

L’Oréal si è inoltre impegnata a ridurre della metà le emissioni di gas serra dei suoi prodotti finiti entro il 2030 rispetto ai livelli del 2016 e ha confermato che intende raggiungere l’impatto zero nelle sue sedi produttive entro il 2025 con la sostituzione dell’energia fossile con fonti rinnovabili .

«Le sfide che il pianeta sta affrontando sono senza precedenti ed è essenziale accelerare i nostri sforzi per preservare uno spazio sicuro per l’umanità», ha affermato Jean-Paul Agon, presidente e amministratore delegato di L’Oréal.

L’Oréal ha collaborato alla ricerca sulla sostenibilità con il Stockholm Resilience Center, l’istituto di ricerca svedese e recentemente ha confermato che attuerà strategie al fine di aiutare i consumatori a prendere decisioni più informate sui loro acquisti.

L’Oréal ha affermato, infatti, che gradualmente introdurrà un’etichettatura di impatto ambientale e sociale in tutta la sua gamma di prodotti entro il 2022.

Alexandra Palt, direttore generale della responsabilità aziendale di L’Oréal, ha affermato :«Negli ultimi dieci anni abbiamo profondamente trasformato la nostra azienda, ponendo la sostenibilità al centro del nostro modello di business”. “Con i nostri nuovi impegni, stiamo entrando in una nuova fase di accelerazione di tale trasformazione: andare oltre il nostro impatto ambientale diretto, aiutare i consumatori a fare scelte più sostenibili e generare un contributo sociale e ambientale positivo».

Gli obiettivi si aggiungono anche al recente impegno della società di spendere 112 milioni di dollari in cause ambientali, suddivisi tra progetti che promuovono l’economia circolare e progetti che ripristinano gli ecosistemi, nel prossimo decennio.

REDAZIONE
Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.