BambiniSalute

L’amore per la verdura passa dal latte materno

Il trucco potrebbe essere stato sempre a portata di mano: per evitare i classici capricci dei pargoli con la verdura basta iniziare ad educarli presto. Molto, molto presto.

Si sa, i bambini non amano particolarmente le verdure a tavola, e fargliele mangiare può essere una sfida. Cosa però determinasse il gusto dei più piccoli non è mai stato del tutto chiaro, almeno fino a quest’estate, quando un gruppo di ricercatori ha trovato nel latte materno la chiave della questione.

La prima pappa nell’utero

«Ogni esperienza sensoriale dei bambini è unica, ma il sapore del loro primo pasto, iniziando già dall’utero, dipende da cosa mangia la madre» racconta Jilie Mennella, una biopsicologa al Monell Chemical Senses Center nella città di Philadelphia e responsabile di un nuovo studio sull’argomento.

L'amore per la verdura passa dal latte materno

La ricerca portata avanti dalla dottoressa Mennella ha dimostrato che il modo migliore per prevenire questo problema è cominciare dalla dieta della madre. Durante un esperimento si è osservato che le madri che abitualmente consumavano carote durante la gravidanza davano alla luce bambini che preferiscono cereali con quell’aroma piuttosto che al naturale. Mangiare abitualmente molte verdure diverse durante la gravidanza aiuterebbe quindi vostro figlio nella dieta di tutti i giorni. «Con questi cambiamenti di sapore la madre sta insegnando al proprio figlio che questi cibi sono sicuri: questo è quello che mangio, puoi farlo anche tu»

La prima pappa nell’utero

Quando una madre mangia verdure queste in qualche modo «insaporiscono» il liquido amniotico prima e il latte materno poi, che a loro volta passano al bambino, che ha il tempo di abituarsi al loro sapore. In questo modo al primo cucchiaio di vellutata di ortaggi i pargoli saranno meno sorpresi.

Il problema è più serio di quanto si possa immaginare: un bambino su quattro negli Stati Uniti consuma meno di una porzione di verdure al giorno. Questa aumenta drammaticamente le possibilità che da adulti questi possano adorare zuccheri e sale molto più delle fibre dei vegetali, aumentando il rischio di obesità.

Fonti: healthday.com – femside.com – parents.com

Matteo Buonanno Seves

Un giovane laureato in Scienze Gastronomiche con la passione per il giornalismo e il mai noioso mondo del cibo, perennemente impegnato nel tentativo di schivare le solite ricette e recensioni in favore di qualcosa di più originale.