AmbienteEcologia

La giornata mondiale dell’ambiente 2020

La Giornata Mondiale dell’Ambiente 2020 ribadisce l’importanza della biodiversità, fortemente minacciata e da tutelare a livello globale.

Il 5 giugno 2020 si celebra la Giornata Mondiale dell’Ambiente che l’ONU dedica alla biodiversità e alla necessità sia di comprendere l’importanza dell’esistenza e coesistenza di specie diverse sia di tutelare il patrimonio della biodiversità, così fondamentale per la vita sulla Terra.

La giornata mondiale dell'ambiente 2020

Giornata Mondiale dell’Ambiente, è il momento per la natura

La Giornata Mondiale dell’Ambiente che si celebra il 5 giugno reca il motto Time for Nature ed è dedicata al tema della biodiversità. Ancora una volta, quindi, l’ONU a livello globale e le singole istituzioni a livello locale pongono l’accento sull’importanza di tutelare il patrimonio di specie viventi sul pianeta.


La minaccia è, infatti, più che attuale. Il ritmo di estinzione delle specie ha già portato gli scienziati a parlare di sesta grande estinzione di massa con molti ecosistemi distrutti, degradati e frammentati.

E centinaia di migliaia di specie viventi potrebbero estinguersi nel breve a causa proprio del drammatico declino della biodiversità sulla Terra.

La Giornata Mondiale dell’Ambiente ricorda a tutti che biodiversità significa coesistenza sinergica tra forme di vita diverse in ecosistemi che le ospitano e custodiscono.

Azioni urgenti a tutela di un patrimonio irrecuperabile

Ecco perché la Giornata Mondiale dell’Ambiente evidenzia la necessità di un’azione urgente per proteggere la biodiversità e, quindi, proteggere il delicato equilibrio degli ecosistemi e dell’interdipendenza tra specie viventi.

La celebrazione della Giornata Mondiale dell’Ambiente vuole ribadire l’importanza della natura che fornisce ossigeno, purifica l’acqua, rende fertili i terreni, assicura varietà di alimenti e si pone quale fondamento di molteplici attività dell’uomo, come l’agricoltura.

Un patrimonio da tutelare e nel quale l’uomo può solo coesistere e non, invece, imporsi. Un patrimonio che, come evidenziato anche dall’ONU, potrebbe perdersi per sempre con drammatiche conseguenze.

Proprio l’ONU nella Giornata Mondiale per l’Ambiente ricorda che, a seguito delle decisioni prese dagli Stati membri dell’ONU nella Convenzione sulla biodiversità, il decennio 2021-2030 sarà dedicato al ripristino degli ecosistemi, un’iniziativa globale per ricucire il rapporto tra l’uomo e la natura, nella consapevolezza dell’importanza del vivere in armonia con la natura stessa.

La Giornata Mondiale per l’Ambiente è, quindi, un altro importante momento di riflessione che, evidenziando la rapida e drammatica perdita di biodiversità che colpisce l’intero pianeta, chiama tutti ad azioni concrete per invertire questa tendenza, anche nel solco della piena attuazione dell’Agenda per lo Sviluppo Sostenibile 2030 dell’ONU, un programma d’azione sottoscritto nel settembre 2015 dai governi dei 193 Paesi membri dell’ONU e che ingloba 17 obiettivi per lo sviluppo sostenibile.

REDAZIONE
Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.