AttualitàFood

La banca del pesco per custodirne la biodiversità

La banca del pesco è progetto italiano che ha piantato in tre paesi europei quasi 5000 piante di pesco appartenenti a 400 specie differenti

La banca del pesco è l’innovativa idea creata dal progetto PeachRefPop guidato dall’Università Statale di Milano con il contributo del Centro Ricerche Produzioni Vegetali e della Regione Emilia Romagna. Non si tratta ovviamente di una banca che custodisce denaro ma di una riserva per preservare le varietà degli alberi di pesco e l’importante biodiversità che essi racchiudono.

Banca del pesco

I frutteti della banca del pesco

La banca del pesco ha creato quattro grandi frutteti di pesco ciascuno contenente circa 1200 alberi appartenenti a 400 varietà autoctone europee. I frutteti sono localizzati nei paesi europei mediterranei con il clima più favorevole alla crescita di questo albero cioè in Italia, Spagna e Grecia. I ricercatori, che hanno promosso questa iniziativa, sostengono che questi frutteti saranno in grado in futuro di preservare il patrimonio genetico delle varietà dell’albero del pesco sempre di più minacciate da diversi fattori ambientali.

Il frutteto italiano si trova a Imola ed è identico in termini di varietà e numero di piante agli altri creati in Grecia a Naoussa ed a Gimenells e Murcia in Spagna. La motivazione per la quale i 4 frutteti sono stati creati in modo completamente identico è dovuta al fatto che i ricercatori, in questo modo, sono in grado di attuare analisi comparative e statistiche relative ad esempio alle ripercussioni dei cambiamenti climatici, delle tecniche di irrigazione e delle più innovative tecniche di lotta ai parassiti.

La banca del pesco è un progetto che ha l’obiettivo di preservare e studiare in modo approfondito le principali specie di albero di pesco europee. Un team di studiosi italiani, dopo alcuni anni di lavoro, ha creato quattro frutteti in Italia, Spagna e Grecia ed oggi dopo alcuni anni è in grado di vedere nel vero senso della parola i primi frutti dell’intenso lavoro.

REDAZIONE
Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.