AttualitàHot Topic

Katy Perry, l’annuncio: “Sto per diventare 100% vegana”

La cantante ha comunicato il grande passo su Twitter. Molti i complimenti, ma anche qualche critica. Il motivo? Anche il suo cane segue la stessa dieta

Lo stile di vita vegano potrebbe presto avere un’altra ambasciatrice. Katy Perry ha recentemente annunciato ai suoi fan su Twitter che sta per passare a una dieta senza derivati animali. Merito probabilmente del fidanzato Orlando Bloom, già da tempo vegano, che da qualche tempo provava a convincerla, come ha confessato la stessa cantante, a seguire uno stile di alimentazione più healthy. Ma il suo annuncio non ha incontrato solo approvazioni.

Katy Perry ha annunciato su Twitter che sta per diventare completamente vegana

LEGGI ANCHE: Rihanna lancia una nuova linea di cosmetici vegan e con packaging riciclato

L’annuncio di Katy Perry

Il tweet con cui ha dato la notizia è arrivato lo scorso 16 gennaio. Sono pronta al 95% per essere 100% VEGANA… il mio cane Nugget si è unito a me in questo percorso negli ultimi 4 mesi. Pregate per noi ok?”. Insomma, la popstar ha scelto di affrontare questo grande cambiamento in compagnia del suo piccolo amico a quattro zampe.

Una scelta che arriva a pochi mesi dalla nascita della prima figlia avuta dalla relazione con Bloom. Già in attesa della piccola Daisy Dove, questo il nome della primogenita, Perry aveva manifestato l’intenzione di abbandonare gli ingredienti di derivazione animale, in particolare il manzo e tutta la carne rossa. Piatti che ha sostituito com prodotti Impossible Foods, marchio di carne plant-based americano su cui ha fatto anche un investimento finanziario.

La polemica sul cane

Il suo post su Twitter, tuttavia, non ha ricevuto solo complimenti e messaggi di incitamento. Tra i suoi 109 milioni di follower, c’è stato anche qualcuno che l’ha criticata. Il motivo? La scelta di far seguire anche al suo Nugget una dieta vegana. “I cani non dovrebbero essere vegani, continua a dargli i nutrienti di cui ha bisogno per favore! In più, essere solo in parte vegani va comunque bene se ti impegni e non ti rimproveri per ogni errore che fai”, ha scritto un utente.

Sul tema si è aperto il dibattito. Un’altra persona ha risposto al commento scrivendo di “smettere di diffondere disinformazione. I cani possono assolutamente crescere sani e migliorare la loro salute grazie a una dieta plant-based. Prego tutti di non leggere commenti sciocchi come questo e di fare ricerche specifiche sull’argomento”.

Sul tema la PETA, associazione americana per i diritti degli animali, si espressa favorevolmente. Ma a patto di seguire una “corretta pianificazione e cura” e “di assicurarsi che il fabbisogno nutrizionale sia rispettato”. I cani, ha aggiunto la ONG, hanno bisogno di due aminoacidi, L-Carnitina e taurina, che di solito sono aggiunti al loro cibo vegano o possono essere aggiunti come integratori”. Gli esperti consigliano comunque di effettuare il passaggio alla nuova dieta sotto la supervisione di un veterinario. Il piccolo Nugget, quindi, non dovrebbe risentire di questo cambio di abitudini alimentari.

Celebrità vegane

Katy Perry è solo l’ultima di una serie di celebrità che sono passate a una dieta vegana o che hanno manifestato interesse verso questo stile di vita. Detto di Orlando Bloom, c’è un altro attore che ha dato addio ai prodotti animali da un bel pezzo: Joaquin Phoenix. L’attore che ha interpretato Joker al cinema è vegano dall’età di tre anni, tanto che negli ultimi anni si è impegnato anche come attivista per i diritti degli animali proprio a fianco della PETA. Tra i cantanti troviamo invece Jared Leto (che è anche attore), Paul McCartney e Ariana Grande, mentre RihannaAlicia Keys recentemente hanno lanciato delle linee di cosmetici veg.

blank
Giornalista, ex studente della Scuola di Giornalismo Walter Tobagi. Osservatore attento (e preoccupato) delle questioni ambientali e cacciatore curioso di innovazioni che puntano a risolverle o attenuarne l'impatto. Seguo soprattutto i temi legati all'economia circolare, alla mobilità green, al turismo sostenibile e al mondo food