AmbienteAttualitàLifestyle

Impegno nel riciclo: uno studio promuove gli inglesi

Per gli inglesi la pandemia sembra aver portato con sé un ritrovato rispetto per l’ambiente. L’impegno nel riciclo è diventato per molti un’abitudine.

Le statistiche raccolte attraverso la campagna Recycle Now mostrano che, per quanto riguarda l’impegno nel riciclo, gli inglesi sono all’avanguardia. I dati sui miglioramenti concreti e sui modi di pensare virtuosi sono stati pubblicati in occasione della Recycle Week a settembre e sono incoraggianti. La pandemia, invece di smorzare questa tendenza positiva sembra averla incentivata. Ora si guarda agli obiettivi futuri.

Impegno riciclo

Dati incoraggianti:

Recycle Now è una campagna finanziata dal governo e gestita dall’ente di consulenza sui rifiuti Wrap. Mira alla partecipazione di tutti i cittadini nell’impegno al riciclo. Le statistiche mostrano che l’iniziativa sta sortendo effetti. 9 famiglie inglesi su 10 dichiarano che si impegnano nel riciclo quotidianamente. Solo il 9% degli intervistati dichiara che non lo fa con regolarità e ancora meno, il 4 % ammette che vi dedica attenzione raramente, se non mai. Dal Ministero per l’ambiente Rebecca Pow ha ringraziato tutti coloro che hanno reso possibile questo cambiamento, dai lavoratori del settore alle singole persone con la loro mentalità.

Riciclo e pandemia:

lockdown hanno portato a un aumento del livello dei rifiuti prodotti. Per fortuna, l’impegno nel riciclo è cresciuto in modo direttamente proporzionale. Il 73% dei cittadini, rispetto al 68% dell’anno precedente, ha dichiarato di essere disposto a cambiare il proprio stile di vita per adottare comportamenti che favoriscano l’ambiente. La quasi totalità degli interrogati, poi, ha affermato di credere fermamente che lo sforzo individuale sia fondamentale per la protezione dell’ambiente. Peter Maddox, direttore di Wrap, ha sottolineato che questi traguardi sono ancora più straordinari nella cornice di un anno così difficile.

Traguardi futuri:

I risultati fanno ben sperare ma c’è ancora molto da fare. Sebbene molte famiglie stiano facendo dell’impegno nel riciclo una priorità, dalle dichiarazioni appare evidente che farlo nel modo corretto non è sempre semplice. In molte zone reperire informazioni chiare sulle modalità di riciclo risulta complicato. Le famiglie inglesi depositano nella spazzatura indifferenziata circa 1,5 elementi al giorno che potrebbero essere riciclati. Circa l’82% dei cittadini poi commette errori nell’identificazione dei materiali riciclabili. Le maggiori fonti di errore sono i tubetti del dentifricio, le bombolette e le pentole. L’obiettivo di Wrap per il futuro è l’adozione di nuove strategie che rendano il riciclo più corretto ed efficace.

Il governo inglese ha affermato a più riprese che riciclare più di quanto viene sprecato è uno dei traguardi a cui mira. Questo momento appare ancora lontano, ma l’esempio inglese ci deve far riflettere. Non possiamo evitare di notare che spesso il cambiamento parte proprio dai singoli. L’impegno nel riciclo è una nostra scelta ed è evidente che ognuno può fare la differenza.

REDAZIONE
Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.