AmbienteEcologiaHot Topic

Il riscaldamento globale rischia di far sparire metà dei vigneti

Il riscaldamento globale mette a rischio le viti. Più di metà dei vigneti al mondo potrebbe sparire a causa dell’innalzamento delle temperature

Il riscaldamento globale mette a rischio i vigneti e l’intero settore del vino. Secondo una recente ricerca diversi scenari che comprendono l’innalzamento delle temperature di 2°C o 4°C comprometterebbero seriamente la produzione delle viti. In Italia e diversi altri paesi produttori a rischio intere zone produttive. Potrebbe essere necessario dover abbandonare intere tipologie di vigneti.

riscaldamento globale

Perché il riscaldamento globale mette a rischio i vigneti?

Le regioni produttrici di vino potrebbero ridursi drasticamente nei prossimi anni a causa del riscaldamento globale. A meno che i produttori non riusciranno a modificare la produzione trovando varietà di vite resistente a temperature più alte, la perdita di terreno rischia di sfiorare cifre da capogiro.

In una recente ricerca pubblicata sulla rivista Proceedings of the National Academy of Sciences, gli scienziati hanno creato un modello per 11 diverse varietà di vite in diversi scenari di riscaldamento globale. Con un innalzamento delle temperature di 2°C fino al 56% della superficie mondiale attualmente destinata a vigneti sarebbe a rischio. La cifra salirebbe all’85% con un innalzamento delle temperature pari a 4°C.

riscaldamento globale vigneti

Come salvare il vino dalla crisi climatica?

L’unica strategia per i produttori sarebbe abbandonare le varietà a rischio e piantare varietà di vite in grado di resistere a temperature più elevate. A rischio, ad esempio, sarebbero quelle regioni che attualmente piantano pinot nero, cabernet-sauvignon e merlort che dovrebbero passare a produzioni di mourvedre o cannonau. Non solo, ovviamente.

Ma per le regioni che già piantano queste varietà? Potrebbe non esserci nulla da fare. Se è vero che il riscaldamento globale aprirebbe nuove zone adatte ai vigneti in climi fino ad ora sfavorevoli come ad esempio in Germania, diversi produttori mondiali attuali di vino come Italia, Spagna e Australia potrebbero vedere una profonda crisi del settore. In questi paesi passare a diverse varietà di vite potrebbe non essere possibile. In Italia in particolare, uno scenario di innalzamento delle temperature a 4°C potrebbe veder sparire il 90% della superficie attualmente dedicata ai vigneti.

Fonte: Earth Institute, Columbia University

REDAZIONE
Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.