AnimaliAnimali selvaticiHot Topic

Il pinguino imperatore rischia l’estinzione entro la fine secolo

Secondo una nuova ricerca uno dei più iconici animali dell’Antartide, il pinguino imperatore rischia l’estinzione a causa del riscaldamento globale.

Il pinguino imperatore potrebbe essere una delle prossime vittime della crisi climatica dovuta al riscaldamento globale. Una recente ricerca della Woods Hole Oceanographic Institution (WHOI) ha messo in guardia riguardo al destino di uno dei più conosciuti e carismatici animali che popolano l’Antartide.

pinguino imperatore

Il riscaldamento globale minaccia il pinguino imperatore

«Se l’innalzamento delle temperature continuerà al passo attuale, il destino del pinguino imperatore è segnato» ha detto la biologa del WHOI Stephanie Jenouvrier. Secondo i ricercatori l’aumento attuale delle temperature e la conseguente crisi climatica potrà portare alla scomparsa di fino all’86% della popolazione dei pinguini in Antartide entro l’anno 2100. A quel punto sarebbe improbabile una ripresa e per il pinguino imperatore sarebbe il passo decisivo verso l’estinzione.

Il destino del pinguino imperatore è legato al destino del ghiaccio marino che gli animali utilizzano come habitat per l’accoppiamento e la muta. Si tratta di un habitat estremamente specifico, il ghiaccio deve infatti essere ancorato alle coste del continente antartico ma sufficientemente vicino all’acqua marina in modo da dare accesso al pesce, la principale fonte di cibo per i pinguini. Il riscaldamento globale tuttavia sta gradualmente riducendo la quantità di ghiaccio disponibile alle colonie di pinguini.

pinguino imperatore estinzione

Tre scenari possibili verso l’estinzione dei pinguini

I ricercatori hanno studiato il comportamento del pinguino imperatore negli ultimi 10 anni. Per studiare il futuro dei pinguini hanno sviluppato tre possibili modelli computerizzati. Se gli accordi di Parigi fossero rispettati e si riuscisse a contenere il riscaldamento globale fino a «soli» 1,5 °C, le stime prevedono un calo della popolazione di pinguini imperatore del 19%.

Già in caso le temperature crescessero di 2°C il panorama sarebbe più drammatico con almeno 1/3 delle colonie minacciate. In caso di nessun intervento e crescita delle temperature fino a 5°C, il destino per il pinguino imperatore sarebbe l’estinzione. A quelle temperature, anche il futuro del genere umano sarebbe seriamente compromesso.

REDAZIONE
Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.