AttualitàGeopolitica del gusto

Il biologico scappa dal Regno Unito per paura della Brexit

Molti produttori di biologico stanno portando i loro prodotti fuori dal Regno Unito per paura di uno scenario «no deal» per la Brexit.

La questione è semplice, se il Regno Unito uscisse dall’Unione Europea senza trovare un accordo commerciale si presenterebbe il temuto scenario di una Brexit «no deal». Questo, tra le altre cose comporterebbe che il biologico britannico non verrebbe più riconosciuto in Europa e non solo. Per questa ragione alcuni produttori stanno portando fuori dal Paese quanto più gli riesce per non rischiare di incorrere in ingenti perdite.

brexit biologico

Una Brexit no deal spaventa il biologico

La rottura degli accordi commerciali comporterebbe che il biologico inglese si sottoponesse ad una nuova procedura di certificazione che ne dichiari – nuovamente – la compatibilità con quello europeo. Un processo che potrebbe anche richiedere un periodo nell’ordine degli otto o nove mesi, in cui i produttori non potrebbero vendere all’estero prodotti marchiati come biologici. Non ci vuole molto ad immaginare il possibile danno commerciale!

brexit no deal biologico

Per questa ragione alcuni produttori si stanno muovendo in anticipo portando all’estero i loro prodotti fintanto che possono essere legalmente commercializzati come biologici. Interessante l’esempio di Omsco Partners Ltd che ha stipato nel New Jersey la quantità equivalente alla domanda di un anno di Cheddar biologico negli USA. Questo perché tutto ciò che attraverserà i confini del Regno Unito prima del 29 marzo 2019 manterrà senza problemi la sua certificazione e potrà essere commercializzato come biologico.

biologico cheddar

Paragonabile, inoltre, la situazione dei produttori di carne suina BIO che stanno inviando la materia prima in Germania per essere processata finché risulta valida la certificazione biologica. Il Department for Environment, Food and Rural Affairs, il Dipartimento per l’Ambiente, l’Alimentare e gli Affari rurali inglese, dal canto suo, a garantito che anche in caso di una Brexit no deal la certificazione del biologico europeo resterà valida nel Regno Unito.

Fonte: Bloomberg

blank

Chitarrista, motociclista, da sempre appassionato di scienza, tecnica e natura. Sono laureato in Psicologia del Lavoro e della Comunicazione. Curioso per natura amo i viaggi, il buon vino e scoprire cose nuove. Da qualche anno nel settore del marketing digitale e della comunicazione.