CulturaEconomiaHot Topic

I giganti tecnologici saranno la fine dei ristoranti come li conosciamo

Il settore della ristorazione sta cambiando e presto potrebbe finire sotto il controllo dei giganti tecnologici che potrebbero decretare la fine dei ristoranti come li conosciamo.

Superate le prime avvisaglie, ora si è passati ai fatti. L’industria della ristorazione è stata raggiunta dall’espansione tentacolare dei giganti tecnologici i quali, iniziando ad investire nel settore delle cloud kitchen e dei servizi di consegna a domicilio, potrebbero presto portare alla fine dei ristoranti come li conosciamo, o almeno a quella di buona parte di loro.

giganti tecnologici fine ristoranti

I giganti tecnologici e il futuro della ristorazione

A far tremare le fondamenta del settore la mossa di Amazon che, ancora una volta, con un suo investimento sembra aver tracciato la strada per il futuro. Un futuro in cui i giganti tecnologici fagociteranno l’idea stessa di ristorante come la conosciamo. Il colosso statunitense ha investito di recente 575 milioni di dollari nell’azienda londinese Deliveroo riferimento per il settore dei pasti a domicilio. Una cifra di certo ragguardevole che, a un primo sguardo potrebbe sembrare uno dei tanti investimenti o endorsement dell’azienda di Jeff Bezos, ma che in realtà potrebbe essere l’inizio della fine di molti ristoranti.

giganti tecnologici futuro ristorazione

LEGGI ANCHE: Le cucine fantasma aumentano e conquistano il Canada

Amazon non è certo l’unico gigante tecnologico a investire nel settore, basti considerare lo stesso UberEats. E vi sono anche molti altri esempi in giro per il mondo. Ad oggi questi servizi si appoggiano alla cucina di ristoranti fisici che prendono a carico l’ordine tramite il sistema digitale e lo affidano al servizio di consegna. La larga diffusione di queste aziende e gli importanti investimenti in atto, garantiscono a questi servizi una sempre maggiore efficienza e un continuo abbassamento dei costi. Questo, unito al fenomeno delle cloud kitchen – cucine pensate solamente per il servizio a domicilio, prive quindi di una sala per gli ospiti – potrebbe cambiare radicalmente il volto della ristorazione.

giganti tecnologici food delivery

I piccoli ristoranti «tradizionali» potrebbero non resistere alla stretta del food delivery, cedendo il passo reti di consegna nelle mani dei giganti tecnologici, che sfrutterebbero ben volentieri l’opportunità di rendersi, giorno dopo giorno, più indispensabili per gli utenti, coi quali stringerebbero un contatto sempre più stretto. In futuro si cucinerà in casa sempre di meno e a nutrirci potrebbero essere proprio le stesse piattaforme che oggi ci vestono, ci vendono i gadget più disparati e mettono al nostro servizio dispositivi dotati di vera e propria intelligenza artificiale. Come conseguenza i ristoranti, specie i più piccoli, probabilmente si troveranno di fronte il bivio tra l’evolversi o il perire.

L’evoluzione dei servizi di consegna a domicilio e delle cloud kitchen nelle mani dei giganti tecnologici potrebbe anche, secondo l’opinione di Michael Moritz – importante investistore della Sylicon Valley – espressa sul Financial Times, portare un terremoto anche al settore immobiliare e degli affitti, che si vedrebbe deprivato di importanti clienti come i ristoratori. I ristoranti farebbero bene a riflettere sul loro futuro e magari a ripensare il loro ruolo e la loro funzione.

blank

Chitarrista, motociclista, da sempre appassionato di scienza, tecnica e natura. Sono laureato in Psicologia del Lavoro e della Comunicazione. Curioso per natura amo i viaggi, il buon vino e scoprire cose nuove. Da qualche anno nel settore del marketing digitale e della comunicazione.