AttualitàEcologiaHot Topic

FederBio e WWF: nel 2030 il 40% dei campi sarà biologico in Italia

La nuova alleanza siglata tra FederBio e WWF ha un obiettivo ambizioso: incentivare la trasformazione dei campi tradizionali in biologico, arrivando al 40% nel 2030.

L’accordo firmato dai presidenti di FederBio e WWF rinnova un’alleanza tutta rivolta al benessere dell’ambiente e dell’agricoltura italiana: l’obiettivo è di arrivare al 40% dei campi coltivati in maniera biologica. Non solo, le due associazioni vogliono impegnare il Ministero dell’Agricoltura, Alimentazione, Foreste e Turismo nella stesura di un rapporto annuale sullo stato dell’agroecologia.

Biologico e biodinamico in Italia

Biologico e biodinamico sono i due argomenti che hanno polarizzato l’attenzione di FederBio e WWF, che reputano i due sistemi come la soluzione migliore per un’agricoltura sempre più compatibile con l’ambiente.

FederBio WWF biologico

Meno sostanze di sintesi possibile, puntando tutto verso la sostenibilità, questo il messaggio che le due importanti associazioni vogliono trasmettere. Lo sforzo sarà prevalentemente orientato verso la divulgazione, informando sui benefici delle tecniche agricole più ecocompatibili.

Questa attività dovrebbe portare, secondo l’associazione, un totale del 40% di Superficie Agricola Utilizzata – SAU – trasformata in biologico entro il 2030, un obiettivo sicuramente ambizioso. Verranno anche valutate altre attività e progetti rivolte più in generale alle buone pratiche legate all’ambiente, come la conservazione della biodiversità, il contrasto e l’adattamento ai cambiamenti climatici e la gestione sostenibile delle risorse idriche.

REDAZIONE
Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.