MedicinaSalute

Disinfettare la casa ai tempi del Coronavirus, regole dell’OMS

Sono molte le misure di sicurezza che il governo sta chiedendo di attuare per contenere la diffusione del Coronavirus, compreso disinfettare la casa e le sue superfici

L’OMS, Organizzazione Mondiale della Sanità in collaborazione con l’European Centre for Disease Prevention and Control (ECDC) e l’Istituto Superiore di Sanità (ISS) sta comunicando delle regole da seguire ai tempi del Coronavirus. Tra queste compare la necessità e la buona norma di tenere puliti gli ambienti di casa. Non si tratta solo di pulire, ma di disinfettare la casa e le superfici che più spesso vengono toccate o utilizzate.

disinfettare-casa-Coronavirus

Quali sono i prodotti da utilizzare per disinfettare casa?

I disinfettanti chimici che possono sconfiggere il nuovo Coronavirus (COVID-19) devono essere a base di candeggina/cloro, solventi, etanolo al 70%, acido peracetico e cloroformio. Per disinfettare casa ai tempi del Coronavirus è inoltre importante sapere che alcuni disinfettanti devono avere una certa percentuale di concentrazione per essere davvero efficaci. Secondo un confronto del Journal of Hospital Infection basato sullo studio del comportamento della Sars (Severe Acute Respiratory Syndrome del 2002/2003) e quello della Mers (Middle East Respiratory Syndrome 2015) parenti stretti dell’attuale Coronavirus, il virus è in grado di sopravvivere sulle superfici di casa fino a 9 giorni. Prodotti a base di alcol per disinfettare casa sono assolutamente in grado di debellare il virus; l’epidemiologo Gianni Rezza, dell’Istituto Superiore di Sanità spiega che per i disinfettanti a base di alcol, come ad esempio l’etanolo, risultano davvero efficaci se la concentrazione è al 70%, mentre per quelli a base di cloro o candeggina ne basta l’1%.

Il Ministero della Salute raccomanda di disinfettare casa, prima con acqua e detergenti comuni, in seguito utilizzare disinfettanti chimici. In caso di ambienti dove abbiano soggiornato casi certi di COVID-19, le operazioni di pulizia vanno effettuate soprattutto sulle superfici toccate più di frequente, come porte, finestre, servizi igienici. Se disinfettare la casa è una regola fondamentale, è buona abitudine anche ventilare gli ambienti dopo l’uso di prodotti chimici. Per quanto riguarda la biancheria da letto e da bagno è bene sottoporli a cicli di lavaggio con acqua calda a 90° e detergente, nel caso il tessuto richiedesse un lavaggio a temperature inferiori previa rovina dello stesso, è bene addizionare il lavaggio con prodotti a base di ipoclorito di sodio.

blank
Giornalista pubblicista, attratta dalla natura e dal benessere, una persona dinamica e motivata da una costante voglia di conoscere il mondo che la circonda. Laureata in Relazioni Pubbliche e Pubblicità, con uno spiccato interesse per la moda, lo yoga e la buona cucina.