AmbienteEcologia

Cotone biologico e riuso: così una startup vestirà i nostri figli

Si chiama UpChoose ed è una startup che tra cotone biologico e riuso vestirà i nostri figli in maniera sostenibile, limitando gli sprechi.

I più piccoli hanno bisogno di attenzioni speciali e dei migliori prodotti, ma soprattutto nei primi anni crescono a vista d’occhio il che comporta un ricambio di vestiti e tutine piuttosto rapido e decisamente poco ecologico. Per questo partendo dai capisaldi del cotone biologico e del riuso una startup ha ideato un modo per risolvere il problema, vestendo i più piccoli con i migliori prodotti ma in maniera sostenibile.

cotone biologico riuso startup bambini
Foto di UpChoose

LEGGI ANCHE: Perché è così importante scegliere il cotone biologico

Vestitini in cotone biologico da amare e riusare

Vestire i più piccoli non è cosa semplice, specialmente perché la loro crescita nei primi anni è molto rapida. Se poi si decide di utilizzare solo vestitini e tutine in cotone biologico il peso sul bilancio familiare può diventare significativo. La startup UpChoose propone un modo per risolvere il problema basato su prodotti in cotone biologico e sul riuso. L’idea è quella che i genitori possano acquistare un vestitino in cotone biologico per il pargolo e, quando sarà necessario cambiarlo per uno di una taglia in più, sarà possibile riconsegnarlo e ottenere uno sconto su quello della giusta misura. Questo sia che si tratti di un abitino nuovo o di uno preloved – già amato – come li definisce l’azienda. In questo modo si può accedere a prodotti di eccellente qualità in maniera economicamente sostenibile. I vestitini già usati infatti vengono lavati e messi a disposizione di altri genitori a prezzi convenienti.

vestitini cotone biologico riusare
Foto di UpChoose

La startup ideando questa particolare modalità di riuso che sfrutta la qualità del cotone biologico, risulta un’alternativa ecologica e comoda per i neo-genitori. Di fatto formalizza ciò che spesso già avviene tra familiari, parenti e amici, con cui lo scambio di vestiti o giocattoli è piuttosto normale. Il valore aggiunto della piattaforma è che rende il processo più semplice, funzionale e a più ampio respiro. L’idea del fondatore Ali El Idrissi è quella di sfruttare la predisposizione al cambiamento dei neo-genitori. Un evento come la nascita di un figlio, infatti, stravolge completamente la vita rendendo però più aperti al cambiamento e quindi ad abbracciare nuove abitudini, magari più sostenibili. Il riuso potrebbe tranquillamente essere una di queste. Oggi fare scelte ecologiche e convenienti non richiede più di sacrificare la qualità, il che fa ben sperare per il futuro.

REDAZIONE
Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.