AttualitàLifestyle

Cos’è l’equinozio di primavera

Capire cos'è l'equinozio di primavera, evento che per noi capita di marzo, richiede di conoscere due nozioni di astronomia: l’eclittica e l’equatore celeste.

Sapete cos’è l’equinozio di primavera? Si tratta di un evento astronomico ben preciso, che accade solitamente tra il 20 e il 21 marzo ma può variare leggermente di anno in anno. Tecnicamente per noi è primaverile, ma per l’emisfero australe si tratta dell’equinozio d’autunno. Per calcolarne l’arrivo preciso gli astronomi parlano di eclittica ed equatore celeste. Lo si definisce come il momento in cui la stagione della primavera ha inizio, anche se i meteorologi sono ben consapevoli che le variabili stagionali sono troppo complesse per identificare un preciso istante in cui dichiarare l’inizio di una stagione.

Cos'è l'equinozio di primavera

Equinozio di primavera tra eclittica e l’equatore celeste

Ci sono molte definizioni che ci aiutano a capire cos’è l’equinozio di primavera, ma la base di partenza è relativamente semplice: questo momento si definisce in base alla posizione della terra relativa al sole. In particolare, la terra, nel suo percorso intorno al sole, rimane inclinata rispetto all’astro di circa 23° gradi tranne all’equinozio di primavera e quello d’autunno, quando l’asse attorno a cui ruota la terra è perpendicolare all’orbita attorno al sole.

Ma cosa centrano l’eclittica e l’equatore solare con l’equinozio di primavera? Immaginate una due circonferenze attorno alla terra: eclittica si può immaginare come il percorso apparente del sole nel cielo, o, in altri termini, il piano su cui la terra si muove attorno al sole. L’equatore celeste non è nient’altro che la proiezione del nostro equatore. Normalmente queste due circonferenza si incontrano solo in un paio di punti, mentre nell’equinozio di primavera e quello d’autunno le due circonferenze si sovrappongono perfettamente.

Un altro modo per immaginarlo è pensare alla faccia illuminata della terra e quella che rimane in ombra: durante l’equinozio di primavera il terminatore (la linea che separa giorno e notte) è perfettamente perpendicolare all’equatore.


Quando arriva l’equinozio di primavera

Detto questo, quando arriva, esattamente, l’equinozio di primavera? Nel 2020 arriverà alle 03:50 del 20 marzo. La cosa interessante è che non capita mai nello stesso momento, anzi, con il passare degli anni le variazioni diventano più evidenti. La cosa interessante è che le leggi della fisica che determinano gli spostamenti degli astri sono abbastanza precise da permetterci di fare stime molto dettagliate, per cui già oggi sappiamo che nel 2044 l’equinozio di primavera arriverà il 19 marzo.

REDAZIONE
Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.