CulturaLifestyle

Come conservare fiori nella resina: 3 facili metodi

Conservare fiori nella resina è molto facile, si fa in casa e consente di portare con sé i colori della primavera per tutto l’anno con tre facili metodi.

La resina è un ottimo modo per conservare i fiori e diverse possono essere le tecniche per ottenere il risultato perfetto. Ecco, quindi, di seguito alcuni facili metodi fai da te, divertenti e colorati.

conservare fiori resina

Istruzioni base per conservare fiori nella resina

Il primo passo è scegliere dal giardino i fiori preferiti e da godere tutto l’anno. Poi è importante reperire una resina epossidica, bicomponente, di qualità con una elevata trasparenza, come quella del vetro, e resistente ai raggi UV.


A questo punto sarà necessario:

  • unire la resina all’indurente, facendo attenzione ad amalgamarli al meglio così da ottenere un liquido non troppo viscoso e lavorabile. Un trucco può essere versare la miscela da un contenitore ad un altro, al fine di aiutare le due parti a mescolarsi meglio.
  • Procurarsi poi uno stampo ove inserire il singolo fiore o più fiori assieme è il passaggio successivo: in questo caso il consiglio è di scegliere un contenitore in silicone sia perchè la resina non si attaccherà sia perchè essendo flessibile consentirà di estrarre più facilmente la resina con i fiori dopo essersi asciugata.

I tre facili metodi per conservare fiori nella resina

Preparato il composto e scelto lo stampo sono tre i facili metodi che è possibile seguire.

  1. Il primo e più semplice metodo per conservare i fiori nella resina richiede di mettere i fiori freschi nello stampo in silicone e versarvi sopra la resina ben mescolata. Una variante può essere di far preventivamente appassire i fiori per diversi giorni e una volta asciutti ed ancora ben colorati posizionarli negli stampi e procedere con la resina.
  2. Il secondo metodo prevede che prima di versare la resina sui fiori venga distribuita uniformemente sui fiori e sulle foglie, ad esempio con un pennello, uno strato di colla trasparente; asciugatasi la colla si potrà colare la resina. Anche in questo caso è possibile procedere prima all’essicazione dei fiori, poi con la colla ed infine con la resina.
  3. Il terzo ed ultimo facile metodo per conservare i fiori nella resina prevede l’utilizzo della lacca per capelli. In questo caso per evitare che la resina reagisca con i fiori si può preventivamente procedere sigillandoli con della lacca spray per capelli spruzzata, a strati sottili, su entrambi i lati dei fiori e delle foglie. Asciugatasi la lacca si potrà procedere con la resina come negli altri casi. Anche qui è possibile far seccare prima i fiori e poi eseguire tutti i passaggi descritti.

Qualunque sia il metodo scelto per conservare fiori nella resina il risultato consentirà di avere fiori colorati tutto l’anno e la primavera sempre dentro casa. Se poi per le margherite si opterà per il metodo con fiori freschi o secchi, ma senza colla o lacca spray preventivi e per i lillà il semplice metodo a secco, il risultato sarà ancor più sorprendente.

REDAZIONE
Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.