AttualitàFood

Cibo a domicilio: boom del 230% negli ordini di gelato durante il lockdown

Il dolce, soprattutto al cioccolato, ha avuto l’incremento più forte seguito da bevande e giapponese. Il pokè è ancora il trend generale più in crescita.

Molte conferme, ma anche qualche particolare curiosità nella nuova “Mappa del Cibo a Domicilio in Italia”. Il quadro delle tendenze del digital food delivery nell’ultimo anno arriva dall’Osservatorio nazionale Just Eat 2020 che, tra le tante cose, ha registrato come e quanto l’emergenza e il periodo di isolamento forzato in casa hanno inevitabilmente influenzato l’andamento degli ordini e modificato le scelte degli italiani. Il report questa volta non si è limitato a riportare le preferenze gastronomiche, ma ha identificato anche le emozioni associate all’azione di ordinare il cibo.

Cibo domicilio lockdown

Il boom del gelato nel lockdown

È proprio dal periodo del lockdown che arrivano quindi le più grandi curiosità. Molti prodotti che prima erano consumati più fuori che tra le mura domestiche hanno avuto un’impennata nelle richieste. È il caso del gelato, il cibo in assoluto più ordinato del periodo di clausura in primavera con una crescita addirittura del 230 percento. Grande balzo anche per la categoria “Bevande”, comprensiva di birre e vini, seconda con un +128 percento. A seguire la sempre apprezzata cucina giapponese (+42%), le specialità di pesce (+20%) e la cucina italiana (+20%).


La Top 10 dei trend in crescita

Allargando lo sguardo sull’intera annata, dopo l’exploit dell’anno scorso, il pokè si conferma il piatto più in crescita anche in questo 2020 con un incremento del +133 percento delle richieste. Segue, trascinato dagli ordini del lockdown e l’arrivo del caldo in anticipo nei mesi di aprile e maggio, il gelato (+110 percento). Nuove nella classifica dei food trend anche le specialità di pesce (+27%) e il kebab (+23%). Scorrendo la lista verso il basso troviamo poi l’hamburger (+21%) e la pinsa (+19%), che conferma la riscoperta di prodotti regionali nel mondo del cibo a domicilio, la cucina giapponese in settima posizione (+16%), il messicano in ottava (+16%), e la pizza e il pollo in nona e decima (+15%).

Pur rimasti fuori dalla graduatoria, vanno tenuti d’occhio altri trend interessanti legati a piatti etnici nuovi o alle offerte vegane e vegetariane. Tra questi, la cucina mediorientale, con falafel, jiaozi, baozi e amok, poi bao e ravioli, con in testa i ravioli cinesi di carne, hamburger vegetariano e cucina thailandese con pad thai, riso thai e pollo satay.

La Top 10 dei piatti più ordinati

Per quanto riguarda i piatti più ordinati in assoluto la regina incontrastata rimane sempre lei: la pizza. In particolare, è la margherita la preferita dagli italiani, segno di un legame ancora più forte con questo simbolo nazionale, seguita dalla diavola e dalla capricciosa. Conferme anche il secondo e il terzo gradino del podio dove troviamo l’hamburger, con il cheeseburger che sorpassa la più versione con bacon del 2019, e la cucina giapponese. Al quarto posto la cucina cinese, mentre dalla quinta posizione in giù si registrano le maggiori novità: il pollo, che avanza di due posizioni, i panini, i dolci (guidati soprattutto dal gelato al cioccolato), il poké, il messicano e infine la cucina greca.

Emozioni e cibo a domicilio

Gli italiani non ordinano cibo a domicilio con lo smartphone solo nelle giornate buone. L’Osservatorio Just Eat ha registrato i cosiddetti “food mood”, ovvero le emozioni e occasioni di consumo che guidano le scelte degli utenti/clienti quando usano le famose app. I pensieri e le emozioni prevalenti sono sì positive (il 62% ordina in condizioni di serenità e positività, il 40% quando si sente emozionato e il 33% quando è soddisfatto e orgoglioso), ma c’è un 56 percento che invece si affida al delivery quando si sente stanco e un 21 percento perché triste, magari proprio per risollevarsi il morale.

REDAZIONE
Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.