AttualitàLifestyle

Chef Muñoz renderà il ristorante DiverXO il migliore del mondo

Lo chef David Muñoz vuole rendere il ristorante DiverXO e StreetXO i migliori del mondo, rilanciando il suo stile con più sapore, più sorprese e meno elementi lasciati al caso.

Lo chef stellato David Muñoz, con il suo ristorante DiverXO e il bistrò StreetXO, ha conseguito il suo sogno impossibile, diventando l’unico tre stelle Michelin di Madrid. Un risultato raggiunto con «tanta tenacia e folli sacrifici» racconta lo stesso chef, che però ora ha deciso di puntare ancora più in alto, volendo elevare il DiverXO a miglior ristorante del mondo.

chef munoz diverxo
Lo chef David Muñoz

Come cambierà il ristorante DiverXO

Come si può migliorare un ristorante 3 stelle Michelin? L’idea dello chef David Muñoz è di rendere la sua cucina «più saporita che mai, più sorprendente che mai e con meno elementi lasciati al caso». A tutto questo si accompagnerà una maggior attenzione alla sala e una selezione più ampia di vini ad animare la cantina.

ristorante diverXO
Foto di Juanan Barros Moreno

Il desiderio dello chef è di riuscire a trasmettere tutte le sue esperienze di viaggio all’interno dei suoi piatti, senza mai tradire la sua massima di vita: «avanguardia o morte». L’approccio all’innovazione di David Muñoz però vuole essere radicalmente diverso rispetto ai suoi connazionali: «in Spagna sembra che l’avanguardia debba essere collegata all’innovazione tecnica e tecnologica, penso che sia un errore. Il discorso può essere molto più ampio, a tutti i livelli.»

Il progetto StreetXO

Nel futuro di David Muñoz c’è anche l’ampliamento del progetto StreetXO, una serie di locali meno «formali» del ristorante DiverXO, dove non ci sono liste di attesa e si può provare l’idea gastronomica dello chef. Attualmente esistono due di questi particolari format, uno sempre a Madrid e l’altro a Londra, ma nei piani dello chef Muñoz ci sono almeno due nuove aperture, di cui per ora si sa solo che saranno fuori dalla Spagna.

streetXO

«La cosa buona – ha spiegato lo chef riguardo al progetto – è che può mantenere la sua essenza e mutarla a seconda di dove si trova il locale». Una di queste due nuove realtà sarà qualcosa di completamente diverso da quanto visto finora e, se tutto andrà secondo i piani, potrebbe aprire i battenti prima della fine del 2019.

Matteo Buonanno Seves
Un giovane laureato in Scienze Gastronomiche con la passione per il giornalismo e il mai noioso mondo del cibo, perennemente impegnato nel tentativo di schivare le solite ricette e recensioni in favore di qualcosa di più originale.