ChefHot TopicItinerari

Chef David Muñoz, l’eccentrico 3 stelle Michelin del DiverXO

Lo chef David Muñoz ha ribaltato tutti i canoni della cucina convenzionale al suo DiverXO a Madrid, dove ha guadagnato tre stelle Michelin in appena 4 anni.

David Muñoz, alla guida del DiverXO, è tra gli chef più giovani ad aver guadagnato la terza stella Michelin, a 33 anni, a coronare una carriera esplosiva che lo ha portato al successo nell’olimpo gastronomico. Vita e cucina fuori dagli schemi per quello che in molti considerano l’enfant terrible della cucina moderna, capace di prendere ispirazione dai migliori senza mai rinunciare ad un suo tocco personale. A Madrid, oltre al DiverXO, ha aperto anche StreetXO, il suo format più alla mano.

chef david munoz diverxo madrid

Chi è lo chef David Muñoz

Nato nel 1980, oggi lo chef David Muñoz ha 39 anni ed è considerato uno degli chef più influenti al mondo. Ha iniziato fin da piccolo ad appassionarsi al mondo della cucina, grazie alla famiglia con cui si recava spesso al ristorante Viridiana di Madrid, dove fece conoscenza con lo chef Abraham García.

chi e david munoz
Foto di John Carey

La sua esperienza formativa è cominciata in una sorta di istituto alberghiero, per poi proseguire con esperienze pratiche in Spagna e all’estero. In particolare è a Londra che riesce a entrare nella cucina del Nobu e del Hakkasan, due ristoranti di altissimo livello dedicati alla cucina asiatica. Rimane circa 2 anni in ciascuno dei locali, per poi tornare nella sua città natale, Madrid.

ristorante DiverXO
La sala del ristorante DiverXO

Qui apre il suo primo locale, DiverXO, alla guida del quale cattura l’attenzione degli appassionati gastronomi della nazione prima e del mondo in seguito. All’età di 29 anni guadagna la sua prima stella Michelin, a 31 la seconda, a 33 la terza: è il secondo chef più giovane al mondo ad aver conquistato la terza stella. Tra le mura del locale lo chef David Muñoz crea un ristorante a sua immagine e somiglianza, dove sposa una cucina tecnica e precisa con uno stile assolutamente creativo. Dopo il successo di DiverXO lo chef apre anche StreetXO, prima a Madrid e poi a Londra, dove esplora un format più semplice e accessibile, dove chiunque possa avere un assaggio della sua creatività gastronomica. Qualcuno lo ha paragonato a Marco Pierre White, il famoso chef perennemente sopra le righe maestro di Gordon Ramsay.

LEGGI ANCHE: Marco Pierre White, il terribile maestro di Gordon Ramsay

Il cortometraggio surreale del DiverXO

Per avere un’idea un po’ più precisa di cosa voglia dire mangiare al DiverXO basta dare un’occhiata a questo cortometraggio, creato come una sorta di pubblicità per il ristorante. Il risultato è un video surreale, che in una atmosfera riassume perfettamente l’esperienza gastronomica al DiverXO.

Moglie e famiglia dello chef David Muñoz

La vita sentimentale dello chef David Muñoz è stata abbastanza movimentata: è stato sposato per diversi anni con Ángela Montero Díaz, con la quale ha iniziato l’avventura al DiverXO. La donna occupava il ruolo di manager del locale, ma nel 2009 i due hanno divorziato. Attualmente è sposato con Cristina Pedroche, un’altra donna che ha avuto un ruolo molto importante nella vita dello chef, che lo ha trasformato in un fenomeno mediatico.

cristina pedroche

Il documentario che ha lanciato chef David Muñoz

È proprio con Cristina Pedroche che lo chef David Muñoz è diventato protagonista del programma El Xef, una sorta di documentario/reality in cui si è raccontato di tutto sulla vita, la cucina e il ristorante dello chef. Il suo motto, «Avanguardia o Morte», è diventato parte integrante del suo concetto di gastronomia, una filosofia professionale che è stata racchiusa molto bene anche nel programma El Xef.

L’ascesa rapida e inarrestabile dello chef David Muñoz non accenna ad arrestarsi e i progetti si moltiplicano in diverse città del mondo. Cosa riserverà il futuro a questo eclettico cuoco è difficile da prevedere.

TOPIC chefSpagna
REDAZIONE

Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.