AttualitàLifestyle

Carlo Cracco al Pitosforo, ristorante storico a Portofino

Lo chef Carlo Cracco gestirà il Pitosforo, uno storico locale di Portofino, proseguendo una tradizione locale di eccellenza.

Confermato l’arrivo di Carlo Cracco al Pitosforo, locale simbolo di Portofino, un ristorante che è diventato con gli anni un’icona ma che negli ultimi tempi ha faticato nel conservare i fasti di un tempo, finendo chiuso nel 2018. L’arrivo dello chef attualmente ospite della Galleria Vittorio Emanuele II a Milano potrebbe significare la rinascita del locale, e la località marittima è molto ottimista a riguardo.

Carlo Cracco Pitosforo
Foto da Instagram

La storia del Pitosforo, da Marco Vinelli a Carlo Cracco

L’idea di Carlo Cracco al Pitosforo è quella di riportare in auge un locale che ha una lunga storia alle spalle: aperto nel 1951 da Marco Vinelli, il locale è diventato molto velocemente un punto di riferimento per Portofino. La sua collocazione eccezionale, direttamente sul porticciolo e con una vista molto suggestiva, lo ha reso una tappa immancabile per i Vip nostrani e internazionali che visitavano la località ligure.

Negli anni ‘70 e ‘80 ha raggiunto l’apice del successo, con una clientela di alto profilo tra cui star di Hollywood ma anche esponenti politici di fama mondiale. Nel 1993 il locale è passato in mano a Carmelo Galluzzo, ma l’epoca d’oro del Pitosforo sembrava essere ormai alla fine, diventata evidente nel 2018, quando il locale chiuse definitivamente i battenti.

A questo punto entra in scena lo chef Carlo Cracco, che si è interessato molto presto alla location: voci su una possibile collaborazione al Pitosforo si rincorrevano da tempo, ma l’ufficialità è arrivata solo a novembre del 2019. Il sindaco di Portofino ha salutato questa notizia con soddisfazione, sottolineando come l’arrivo dello chef possa significare una rinascita per il ristorante ma anche un nuovo vanto per la famosa località turistica.

REDAZIONE
Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.