AnimaliAnimali domesticiFrutta & Verdura

Avocado per cani? Ora sarebbe possibile

Dare da mangiare avocado ai cani viene spesso sconsigliato per rischio tossicità, ma in realtà sarebbe un’ottima fonte addizionale di fibre.

La mania degli avocado sta arrivando, più lentamente che nel resto d’Europa, anche in Italia. Un maggiore consumo significa anche un amento della tentazione di lasciare qualche pezzo del frutto al nostro cane. Dare da mangiare l’avocado ai cani viene talvolta sconsigliato per via di una tossina presente nel frutto, la persina che, sebbene considerata innocua per gli esseri umani, in grandi quantità può risultare tossica per i cani portando a spiacevoli sintomi intestinali. Questo significa che i cani non potranno mai provare le gioie di un buon avocado? Secondo una nuova ricerca che arriva dall’Università dell’Illinois potrebbe non essere interamente così.

avocado per cani
Foto: PxFuel

Si può dare da mangiare l’avocado ai cani?

L’avocado è un super frutto ricco di moltissime sostanze nutrienti e utili all’organismo tra cui le fibre. I cani potrebbero anch’essi trarre particolare beneficio dall’aggiunta di avocado alla dieta se non fosse per il problema della tossicità della persina. I ricercatori dell’Università dell’Illinois hanno voluto vederci chiaro sulle ragioni per cui da più parti risulta sconsigliato dare da mangiare l’avocado ai cani.

Secondo la professoressa Maria Cattai de Godoy ci sarebbero motivazioni incomplete a base del timore: “Vengo dal Brasile” ha spiegato in una nota dell’Università, “gli avocado crescono nei nostri cortili e i cani li mangiano continuamente. Non avendo mai sentito parlare di un cane morto per aver mangiato un avocado ero curiosa di capire perché fosse considerato così tossico”. Gli studi precedenti riferiscono solamente di alcuni segni di tossicità in cani veramente golosi di avocado. Per i casi clinici invece non è stato possibile collegare i sintomi al consumo di avocado.

L’avocado è tossico per i cani?

I ricercatori hanno osservato più da vicino la struttura chimica della persina: strutturalmente è simile a un acido grasso polinsaturo, una struttura non molto stabile e facilmente scomponibile con luce e calore. La persina era presente in quantità rilevabili nell’avocado “crudo”, inclusa la buccia, la polpa e il nocciolo. Non era invece rilevabile nei prodotti derivati dell’avocado come, ad esempio, la farina. Hanno quindi somministrato farina di avocado ad alcuni beagle come fonte addizionale di fibre per una dieta più sana. Durante le prove di due settimane per i cani che hanno mangiato farina di avocado (fino al 19% della loro dieta), non è risultato alcun problema di tossicità.

Più fibre nella dieta?

I ricercatori tuttavia ammettono di aver sperimentato una sola specie di avocado. I livelli di persina cambiano a seconda delle cultivar e le pratiche di lavorazione della farina non sono omogenee nel settore. Secondo Cattai de Godoy si tratta tuttavia di un primo studio incoraggiante che mostra il potenziale della farina di avocado per i cani. “Non credo si possa ancora dire che non ci sono valide preoccupazioni nel dare da mangiare l’avocado ai cani, soprattutto se si tratta di frutta fresca” ha concluso “Ma guardando i risultati del nostro studio, penso che in particolare la farina di avocado sia sicura e possa venire utilizzata efficacemente come fonte di fibre alimentari nella dieta dei cani”.

Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazioni indesiderate.

REDAZIONE
Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.