AmbienteEcologia

L’albero del sapone è l’alternativa naturale ai detersivi

Nativo dell’India e del Tibet. L’albero del sapone produce frutti i cui semi sono usati dalle popolazioni locali come alternativa ai detergenti chimici.

L’albero del sapone esiste veramente e i suoi frutti sono una alternativa ideale ai saponi e ai detergenti chimici. Il suo nome scientifico è Sapindus Mukorossi ed è nativo dell’India settentrionale e delle ragioni dell’Himalaya. Le popolazioni locali da secoli usano i semi ottenuti dai frutti dell’albero per lavare panni e… persone.

LEGGI ANCHE: Come fare il sapone di Marsiglia in casa

albero del sapone alternativa naturale

Che cos’è l’albero del sapone

I soldi non cresceranno sugli alberi ma il sapone, a quanto pare, sì. Merito della saponina, un elemento in grado di ridurre la tensione superficiale dell’acqua e quindi aiutare nella pulizia oltre ad avere un effetto antibatterico. La saponina è contenuta nei semi estratti dai frutti della pianta. Questi semi vengono essiccati al sole in modo naturale e successivamente utilizzati in diverse attività di pulizia.

LEGGI ANCHE: Perché è meglio usare i detersivi biologici?

Come funziona pianta del sapone

Ci vogliono circa 9 anni affinché un germoglio dell’ albero del sapone produca i primi frutti ma può successivamente fornire «sapone» per 90 anni con un periodo di raccolta di frutti che dura fino a 6 mesi all’anno. Non male! La pianta è originaria dell’Asia me è possibile farla crescere anche in altre zone del mondo. In inglese i semi sono noti anche come soap berries oppure soap nuts e vengono considerati un’alternativa ideale per chi vuole ridurre il consumo di detergenti chimici scegliendo qualcosa di naturale e 100% biodegradabile.

Come funziona l’alternativa naturale ai detersivi

I semi vengono utilizzati in diversi modi a seconda di cosa si vuole lavare. Per lavare i panni basta riporre 6-7 semi all’interno di un sacchetto di tela da lasciare in lavatrice al posto del detersivo. I semi hanno bisogno di acqua calda per rilasciare la saponina e producono un bucato fresco e pulito anche se il risultato su alcuni capi, come ad esempio i bianchi, potrebbe non raggiungere i livelli dei detergenti chimici studiati appositamente.

albero del sapone alternativa naturale detersivi

Per altri utilizzi invece viene preparato un «decotto». In questo caso i semi vengono triturati e fatti bollire in acqua per una mezz’ora. Il liquido così ottenuto, filtrato e raffreddato, funziona come detersivo naturale. In questo caso può venire utilizzato come shampoo per capelli o per il pelo degli animali, come detergente per la pelle di mani e viso, per i piatti sporchi o ancora per la macchina. Insomma: praticamente per tutto quello che può richiedere un sapone.

A differenza di diversi detergenti e saponi che contengono aggiunte chimiche, il decotto ottenuto con i semi dell’ albero del sapone è ipoallergenico e quindi particolarmente indicato per chi ha problemi di allergie e irritazioni coi detergenti tradizionali. Grazie alle  loro proprietà antibatteriche inoltre, i semi del Sapindus Mukorossi sono utilizzati da secoli nella medicina ayurvedica. E soprattutto, sono 100% naturali.

REDAZIONE

Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.