AmbienteEcologia

A che punto è la sostenibilità nel mondo?

Utilizzando 32 indicatori di prestazione in 11 categorie di emissioni, l'EPI classifica 180 paesi in termini di salute ambientale.

Il Environmental Performance Index (EPI) di quest’anno 2020 fornisce un riepilogo basato sui dati dello stato di sostenibilità nel mondo.

Utilizzando 32 indicatori di prestazione in 11 categorie di emissioni, l‘EPI classifica 180 paesi in termini di salute ambientale e vitalità dell’ecosistema.

Questi indicatori forniscono un indicatore su scala nazionale di quanto i paesi vicini siano vicini agli obiettivi di politica ambientale. L’EPI offre una scorecard che evidenzia leader e ritardatari nelle politiche ambientali e fornisce indicazioni pratiche per i paesi che aspirano a spostarsi verso un futuro sostenibile.

indicatori sostenibilità
EPI 2020: Il framework organizza 32 indicatori in 11 categorie di emissioni

Gli indicatori EPI forniscono un modo per individuare i problemi, fissare obiettivi, tenere traccia delle tendenze, comprendere i risultati e identificare le migliori pratiche politiche.

Buoni dati e analisi basate sui fatti possono anche aiutare i governi a perfezionare le loro agende politiche, facilitare le comunicazioni con le parti interessate chiave e massimizzare il ritorno sugli investimenti ambientali.

L’EPI offre un potente strumento politico a sostegno degli sforzi per raggiungere gli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite e per spostare la società verso un futuro sostenibile.

Le classifiche EPI complessive indicano quali paesi stanno affrontando meglio le sfide ambientali che ogni nazione deve affrontare.

Classifica dei risultati EPI 2020

L’EPI 2020 valuta e classifica questi paesi in base alle loro prestazioni ambientali utilizzando i dati dell’anno più recente disponibile e calcola come questi punteggi sono cambiati nel decennio precedente. Ecco la classifica 2020 (top 20) che vede al primo posto la Danimarca e l’Italia solo al ventiduesimo.

  1. Denmark
  2. Luxembourg
  3. Switzerland
  4. United Kingdom
  5. France
  6. Austria
  7. Finland
  8. Sweden
  9. Norway
  10. Germany
  11. Netherlands
  12. Japan
  13. Australia
  14. Spain
  15. Belgium
  16. Ireland
  17. Iceland
  18. Slovenia
  19. New Zealand
  20. Italy

Si può trovare la classifica completa a questo link

Le innovazioni nei dati e nella metodologia EPI 2020 riflettono gli ultimi progressi nella scienza ambientale e nell’analisi degli indicatori. In particolare, le classifiche del 2020 includono per la prima volta una metrica di gestione dei rifiuti e un indicatore pilota sulle emissioni di CO2 dovute al cambio di copertura del suolo.

Altri nuovi indicatori approfondiscono l’analisi della qualità dell’aria, della biodiversità e dell’habitat, della pesca, dei servizi ecosistemici e dei cambiamenti climatici. Di seguito i dati Italiani 2020:

Il report Italia è scaricabile a questo link in formato PDF

REDAZIONE
Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.