AttualitàHot TopicLuoghi del gusto

7 mila miglia per tornare alle origini

L’associazione culturale 7milamiglialontano nasce nel 2009 con l’obiettivo di sensibilizzare sulla condizione di chi è lontano dai nostri occhi, ritornando all’essenza dell’essere umano, senza confini o differenze.

Ci sono molti progetti solidali sparsi per tutto il globo e in Italia diverse associazioni lottano costantemente affinché si possano almeno vedere, ancora prima che risolvere, realtà problematiche dai più disparati paesi. Tra queste, 7milamiglialontano cerca di fondere gruppi e attività in un unico, grande movimento, con lo scopo di far viaggiare mente e corpo verso un centro comune, un’origine da condividere.

7 mila miglia lontano, associazione bresciana

Viaggiare dentro e fuori

L’idea per quest’anno è di costruire una Scuola-bottega delle Belle arti a Kannur, nel sud dell’India, e per raccogliere i fondi necessari l’associazione ha organizzato 7 diversi itinerari con 7 diverse tipologie di veicolialtrettante squadre di partecipanti, tra cui si trovano fotografi, giornalisti ma anche video maker.

Viaggiare dentro e fuori

Che sia a piedi, in bici o con un fuoristrada poco importa, il viaggio viene percorso sempre su due sentieri paralleli, quello fisico, su strade impervie, e quello mentale, alla scoperta del proprio centro. Qui si nasconde il doppio valore di un itinerario che diventa esistenziale, quando ti porta a riscoprire quali sono i valori all’origine dell’essere umano, libero da confini, come osservatore itinerante.

Un ponte tra pubblico e associazioni

L’utilità di questa iniziativa ha però molti risvolti pratici: in primis mettere in contatto chi non ha la possibilità di mollare tutto e partire con chi invece ha bisogno di aiuto. E non solo le realtà problematiche, ma anche le altre associazioni che si occupano di intervenire direttamente, lontane dall’occhio spesso distratto dei media. Così si scopre la Onlus Jyothi Nilaya, che gestirà personale e docenti per la scuola, per esempio, o l’attività dell’Accademia di Belle Arti Santa Giulia di Brescia, che si occupa della sua progettazione.

Un ponte tra pubblico e associazioni

Quest’anno poi la tappa finale di ogni viaggio, a prescindere dal mezzo scelto, sarà Kannur, la stessa località che nel 2009, anno in cui nacque il progetto, fu la prima tappa. Otto anni dopo il cerchio si chiude, ancora una volta sulla linea guida del ritorno alle origini, che sia un modo per fare il punto della situazione e allo stesso tempo un buon auspicio per il futuro.

Fonti: 7milamiglialontano.com – (foto, pagina facebook dell’associazione)

Matteo Buonanno Seves

Un giovane laureato in Scienze Gastronomiche con la passione per il giornalismo e il mai noioso mondo del cibo, perennemente impegnato nel tentativo di schivare le solite ricette e recensioni in favore di qualcosa di più originale.