AttualitàLifestyle

Tra biologico, pasticceria e vino: le scelte degli eredi illustri

I giovani delle famose famiglie industriali e finanziarie cambiano le regole, scelgono per il loro futuro: vino, olio, pasticcerie, biologico, lagosterie e gastronomie.

Viviamo da sempre – sempre inteso dal dopoguerra a oggi – circondati da nomi di grandi aziende industriali o finanziarie, che passano di padre in figlio le redini dei propri imperi.

biologico-eredi-illustri

Di recente però stiamo assistendo a un cambio storico, dove i così detti rampolli o eredi illustri vogliono primeggiare in un nuovo business e molti di loro fanno l’occhiolino al mondo dell’alimentare con: vino, olio, pasticcerie, biologico, lagosterie e gastronomie.

Lorenzo Bertelli

Lorenzo Bertelli
Foto di Campania Web

Lorenzo Bertelli, classe ’88 figlio di Patrizio Bertelli e Miuccia Prada, ex pilota di rally italiano, di recente nominato consigliere della holding, porta sotto la sua ala protettrice il filone pasticceria di lusso. Tra gli incarichi infatti attribuiti al giovane c’è la famosissima pasticceria milanese Marchesi, acquistata dalla famiglia Bertelli nel 2014, per farla riprodurre. Dopo altri due luoghi d’incontro a Milano in Montenapoleone e in Galleria dovrebbe, proprio in questi giorni, aprire anche a Myfair, il quartiere più chic di Londra.

Antonio Capaldo

antonio-capaldo
Foto di The World News

Antonio Capaldo, figlio di Pellegrino Capaldo noto economista, banchiere e presidente della Banca di Roma, dopo una prevedibile laurea in Economia alla Sapienza di Roma, prime esperienze alla Banca Lazard di Parigi e un dottorato alla London School of Economics con l’ingresso alla McKinsey, nel 2009 lascia tutto per prendere il controllo dell’azienda di famiglia irpina di vini. Scelta vincente che ha fatto triplicare dal 2009 al 2018 il fatturato dell’azienda.

Salvatore Ferragamo jr

salvatore ferragamo
Foto di Calosso

Salvatore Ferragamo jr, figlio di Ferruccio, da qualche anno si dedica al Relais Chateaux di famiglia. Nel 1993 infatti la famiglia acquista un intero borgo e dopo un’importante opera di restauro, lo trasforma in un’oasi di pace e relax. Salvatore jr presiede la tenuta familiare Il Borro, investendo nel biologico producendo vini, olio di oliva, miele e ortaggi biologici.

Leone Marzotto

Leone Marzotto
Foto di James Magazine

Leone Marzotto, 34 anni, l’ultimo nato della famiglia Marzotto, presiede la passione del cibo della sua casata. Oggi a capo di Peck, conosciutissima gastronomia di Milano, ceduta alla dinastia di imprenditori tessili dalla famiglia Stoppani nel 2013; punta a uno sviluppo internazionale quale Londra e New York.

Pietro Ruffini

pietro ruffini
Foto di Corriere

Pietro Ruffini, founder e managing director di Archive, piattaforma d’investimento controllata dalla famiglia Ruffini che ha rilanciato il marchio Moncler. Con la sua società ha acquisito una partecipazione del 40% del capitale di Lagosteria holding, che lui dichiara essere presto un marchio internazionale: «il filo conduttore dei nostri investimenti sono l’esperienzalità e il lifestyle e nulla più del food garantisce questi aspetti».

blank

Giornalista pubblicista, attratta dalla natura e dal benessere, una persona dinamica e motivata da una costante voglia di conoscere il mondo che la circonda. Laureata in Relazioni Pubbliche e Pubblicità, con uno spiccato interesse per la moda, lo yoga e la buona cucina.