AnimaliAnimali selvatici

Strage di lamantini in Florida, colpa anche del clima impazzito

I lamantini in Florida stanno morendo in massa e, mentre molte ONG si impegnano per salvarli, puntare il dito contro l’umanità e il clima è inevitabile.

I lamantini in Florida sono considerati animali simbolo ma sempre di più, negli ultimi anni, la loro sopravvivenza appare appesa a un filo. Questi mammiferi dalle caratteristiche uniche stanno, infatti, vivendo sulla propria pelle le conseguenze di un equilibrio alterato. Uomo e riscaldamento globale sono le principali cause dei problemi e intervenire per mitigare i danni e per mettere a punto strategie a lungo termine è fondamentale.

lamantini Florida
Foto: Maegan Luckiesh @Unsplash

I lamantini

I lamantini sono mammiferi acquatici, appartenenti al genere Trichechus. Conosciuti anche come mucche di mare, arrivano a pesare 600 kg per 4.5 m di lunghezza. Il loro pelo scuro alla nascita, assume, con l’età adulta, una tonalità grigia. La pelle appare rugosa e sul viso è evidente la presenza di baffi, importanti ausili nella ricerca di cibo. I lamantini sono erbivori e si nutrono di alghe, arrivando a divorare fino a 60 kg di vegetali al giorno. I lamantini vivono in acque sia dolci sia salate, ma non sopportano il freddo. Il loro corpo è, infatti, meno fornito di grasso di quello degli altri grandi mammiferi marini, e ciò rende per loro impossibile adattarsi a temperature dell’acqua inferiori a 20 °C.

Strage di lamantini in Florida

In Florida i lamantini stanno vivendo una situazione complicata. Nel 2021 ne sono morti, infatti, secondo le stime, 1.100 esemplari e, dati i 300 decessi registrati da inizio 2022, il bilancio è destinato a peggiorare. Molte morti sono state registrate nell’Indian River Lagoon e a determinare la moria di massa è una combinazione di fattori. La scarsa qualità dell’acqua, compromessa dallo sversamento di sostanze inquinanti, ha favorito la fioritura di alghe tossiche, distruggendo quasi completamente i pascoli sottomarini. I lamantini sono stati, così, ridotti alla fame. L’ondata di gelo che ha colpito la Florida a gennaio, segno del clima impazzito, ha provocato la morte degli animali che hanno dovuto abbandonare i propri caldi rifugi in cerca di cibo.

Salvare i lamantini in Florida

Intervenire par evitare l’estinzione dei lamantini è vitale. La Florida Fish and Wildlife Conservation Commission e diverse ONG sono già in prima linea e, a oggi, i lamantini ricoverati in strutture di recupero sono circa 80. L’obiettivo è salvarli, per poi favorire una non traumatica reintroduzione in natura. Nel frattempo negli ambienti dove il cibo scarseggia vengono introdotte ogni giorno grandi quantità di lattuga, sfruttando modalità di distribuzione che non rendano i lamantini dipendenti dall’uomo. Tali provvedimenti sono necessari per tamponare l’emergenza, ma non sono sufficienti. Gli ambientalisti chiedono alle istituzioni concrete strategie per ridurre l’inquinamento idrico e per rallentare la corsa del riscaldamento globale.

Le numerose morti di lamantini in Florida fanno riflettere. L’uomo ha ormai sull’ambiente un impatto tanto profondo da riuscire ad alterare, inavvertitamente, anche settori della natura da lui estremamente lontani. Forse le mucche di mare non sono gli animali più carini del mondo, ma, non per questo, il loro sguardo triste graffia meno le coscienze.

blank
Laureata in Filosofia, credo fermamente che ogni sfaccettatura del sapere umano meriti di essere inseguita. Amo la lettura, gli animali e la natura e penso che solo continuando a farsi domande sia possibile mantenere uno sguardo vigile sul mondo.