CulturaScienza

Sole vicino all’attività minima! A rivelarlo è la sua «musica»

I ricercatori dell’università di Birmingham ne sono certi: il Sole si sta indebolendo.

Il Sole si sta avvicinando ad un nuovo ciclo: tra circa due anni la nostra stella entrerà in una fase debole. A rivelarlo è una ricerca coordinata da Yvonne Elsworth, docente di Eliosismologia dell’università britannica di Birmingham, e pubblicata sulla rivista Monthly Notices of the Royal Astronomical Society. Come si è giunti a questa conclusione e quali saranno gli effetti di questo indebolimento?


Sole vicino all’attività minima! A rivelarlo è la sua «musica»

Una musica rivelatrice

Alla base dello studio ci sarebbe la musica. Non la classica musica che siamo soliti ascoltare, ma le onde sonore prodotte dall’attività che avviene all’interno della nostra stella. Come spiega la stessa Elsworth infatti: «Il Sole è molto simile a uno strumento musicale, tranne per il fatto che le sue note sono a una frequenza molto bassa, circa 100.000 volte più bassa della nota do».

Per studiare queste onde sonore gli scienziati sono ricorsi ad una tecnica chiamata eliosismologia, o sismologia del Sole. Grazie al Birmingham Solar Oscillations Network (Bison), ovvero una rete di sei telescopi collocati in altrettanti Paesi in funzione dal 1986, i ricercatori hanno potuto analizzare i dati di tre cicli di attività del Sole, ciascuno durato tra i 10 e gli 11 anni, ed arrivare alle conclusioni presentate il 4 luglio scorso in occasione della Conferenza Nazionale sull’Astronomia organizzata nel Regno Unito.

Il Sole si sta indebolendo: cosa accadrà?

Durante la ricerca si sono osservati i cambiamenti nella quantità di particelle energetiche create dall’interazione tra il campo magnetico e la superficie incandescente, ed è emerso che il campo magnetico del Sole si è assottigliato e che, ad alcune latitudini, anche la velocità di rotazione degli strati più esterni è rallentata.

Il Sole si sta indebolendo: cosa accadrà?

In altre parole il Sole si sta indebolendo e si sta avvicinando un periodo più «silenzioso» della sua attività. Per non suscitare allarmismi è bene ricordare che l’alternarsi dei cicli di attività del Sole è un evento perfettamente naturale, anche se i ricercatori non si sbilanciano: «Non siamo ancora sicuri di quali saranno le conseguenze, ma è evidente che ci troviamo in periodo insolito. In ogni caso, possiamo affermare che arriveremo al minimo di attività solare tra circa due anni“.

Fonti: ansa.it – tgcom24.mediaset.it – birmingham.ac.uk

TOPIC sole
blank
Laureato in Lettere ad indirizzo giornalistico e copywriter di professione, ha abbandonato la penna in favore di forchetta e tastiera. Buongustaio, amante della natura e dei sapori, vuole dire la sua nel mondo del food.