AmbienteEcologiaHot Topic

Robert Downey Jr. vuole diventare l’Iron Man dell’ambiente

Robert Downey Jr. vuole salvare l’ambiente con tecnologie all’avanguardia, trasformandosi in una sorta di Iron Man ambientalista. La sua nuova associazione Footprint Coalition vedrà la luce nel 2020.

Il prossimo obiettivo di Robert Downey Jr. è trasformarsi in un vero Iron Man dell’ambiente. Secondo l’attore, che ha interpretato per più di dieci anni il filantropo Tony Stark, sostiene che nell’arco dei prossimi dieci anni la tecnologia sarà matura a sufficienza per arrestare il cambiamento climatico e salvare così l’ambiente come lo conosciamo. Il lancio della sua nuova fondazione, la Footprint Coalition, avverrà verosimilmente ad Aprile del 2020.

nanotecnologie salvare ambiente
Foto dalla pagina ufficiale di Instagram

Nanotecnologia e intelligenza artificiale per salvare l’ambiente

L’obiettivo di Robert Downey Jr., attraverso la sua nuova associazione, è quello di mobilitare le tecnologie più avanzate da impiegare per salvare l’ambiente. Recentemente ha parlato a Las Vegas, spiegando come robotica e nanotecnologia potrebbero essere due assi nella manica dell’umanità contro il cambiamento climatico, efficaci già nei prossimi 10 anni.

Robert downey ambiente
Foto dalla pagina ufficiale di Instagram

Per arrivare a questa previsione l’attore ha raccolto una sorta di tavola rotonda di esperti, con i quali ha discusso dell’impatto che avranno i campi più promettenti delle scienze applicate sull’ambiente. Per il momento Robert Downey Jr. non ha voluto rilasciare alcuna dichiarazione su come funzionerà esattamente la Footprint Coalition, assicurando semplicemente che sarà in prima linea per aiutare l’umanità e il mondo intero.

Uno degli aspetti che catalizzerà il progresso più significativo, secondo l’attore dietro Iron Man, sarà l’intelligenza artificiale a costituire il cambiamento più significativo nella difesa dell’ambiente. Robert Downey Jr. si è detto coinvolto in prima linea nel problema, essendo lui per primo un enorme contribuente dell’inquinamento globale.

Matteo Buonanno Seves

Un giovane laureato in Scienze Gastronomiche con la passione per il giornalismo e il mai noioso mondo del cibo, perennemente impegnato nel tentativo di schivare le solite ricette e recensioni in favore di qualcosa di più originale.