AmbienteEcologia

Riciclare l’albero di Natale, da aghi di abete a dolcificante

È possibile riciclare l’albero di Natale e trasformare gli aghi di abete in dolcificanti alimentari e altri prodotti come aceto e vernici secondo una ricerca inglese.

È possibile riciclare l’albero di Natale salvandolo dalla discarica e trasformando gli aghi dell’abete in prodotti nuovi, da dolcificanti alimentari fino a vernici. A dirlo è una nuova ricerca condotta dall’Università di Sheffield in Inghilterra. Gli aghi hanno un periodo di decomposizione particolarmente lungo rispetto alle foglie di altri alberi. Durante la decomposizione, inoltre, rilasciano un grande quantitativo di gas serra. Eppure esisterebbe un modo per fare degli alberi di Natale qualcosa di più che uno scarto.

Riciclare l’albero di Natale in qualcosa di diverso

La maggior parte degli aghi dell’abete è composta da una sere di polimeri complessi noti come lignocellulosa. Proprio la complessità di questa molecola rende gli aghi dell’abete difficili da usare per gli impianti di biomassa e per altri processi industriali. Secondo la ricercatrice Cynthia Kartley dell’Università di Sheffild, esisterebbero tuttavia processi ancora inesplorati per scomporre questa molecola in altre molecole più semplici che possano essere effettivamente utili.

cosa fare albero di natale usato

Secondo i ricercatori sarebbe possibile riciclare l’albero di Natale ottenendo un bio-olio contenente glucosio, acido acetico e fenoli. Queste sostanze hanno possono essere impiegate per diverse produzioni: il glucosio può essere impiegato dall’industria alimentare per la produzione di dolcificanti, mentre l’acido acetico può essere impiegato nella produzione di aceto, vernici o, addirittura, materiali adesivi. Dall’Università di Sheffield assicurano che il processo è completamente eco-sostenibile e produce zero rifiuti visto che anche la componente solida che rimane può essere reimpiegata. Sia alberi di Natale recenti che vecchi possono subire il «trattamento».

Cosa fare dell’albero di Natale usato?

Sembra un problema marginale visto che diversi comuni offrono diverse soluzioni per smaltire gli abeti usati. Tuttavia, proprio perché bruciare gli abeti è così complicato, riciclare l’albero di Natale non è così semplice. Sempre secondo i dati dell’Università di Sheffield, nonostante le molteplici iniziative per ripiantare gli alberi o utilizzarli per compostaggio, ben 7 degli 8 milioni di abeti usati ogni anno in Inghilterra per le feste finisce poi in discarica.

Riciclare albero di Natale

Nell’immagine dei ricercatori, in futuro di abeti potrebbero decorare le case per il periodo di Natale e poi diventare vernice per ridipingere casa o glucosio per dolcificare il tè. «Se gli aghi degli abeti natalizi fossero raccolti dopo Natale e processati secondo questo metodo» secondo Kartley «potremmo sostituire diverse sostanze chimiche utilizzate dall’industria che sono oggi molto meno sostenibili».

REDAZIONE

Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.