AmbienteEcologia

Quanto inquina una crociera?

Vi siete mai chiesti quanto inquina una crociera? Queste vacanze, passate al largo degli oceani su navi imponenti, hanno un impatto ambientale più grande di quanto si possa pensare.

Per capire quanto inquina una crociera bisogna avere bene in mente le dimensioni di queste imponenti navi. Si tratta di giganti degli oceani che possono trasportare migliaia di passeggeri in una sola volta, in grado di sfarmarli, accoglierli e gestire tutto ciò che una persona necessità, spesso in una atmosfera sfarzosa. Ma questa ospitalità ha un costo: l’impronta ambientale di molte navi da crociera è decisamente più alta di quanto si possa pensare.

quanto inquina crociera

LEGGI ANCHE: Ecoship, la nave da crociera più ecologica di sempre

Perché le navi da crociera inquinano

Nel 2016 il Pacific Standard riportava la notizia che, in media, un passeggero su una nave da crociera produce una quantità di anidride carbonica tre volte superiore a quella prodotta a terra. Ad aggravare il problema, quando si cerca di valutare quanto inquina una crociera, è la natura delle emissioni: normalmente queste navi sono alimentate attraverso motori diesel, turbine a gas o una combinazione delle due.

Le emissioni legate al carburante diesel sono state recentemente correlate ad un incremento delle malattie respiratorie, come ha sottolineato la Union of Concerned Scientists, sollevando dubbi sulla quantità di inquinamento generato delle navi da crociera.

perche navi crociera inquinano

Oltre alla salute umana anche quella delle creature marine è a rischio: il contenuto di zolfo caratteristico del diesel può creare, a contatto con aria e acqua, acido solforico, in grado di danneggiare l’ambiente anche a diverse centinaia di chilometri dalla crociera. Proprio per questo motivo la International Maritime Organization ha imposto che per il 2020 queste navi il passaggio ad un carburante più ecocompatibile.

Un altro fattore importante per capire quanto inquina una crociera sono gli scarichi di rifiuti organici dei passeggeri: su una nave da crociera ne vengono prodotti, in media, quasi 800.000 litri a settimana, tutti sottoposti a diversi trattamenti prima di essere rilasciati in mare. Nel 2016 però una compagnia è stata multata per aver riversato in mare un’enorme quantità di rifiuti oleosi nell’oceano, sollevando dubbi sull’efficacia dei sistemi di smaltimento delle navi.

REDAZIONE
Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.