AmbienteAttualitàCultura

Qual’è la differenza tra stelle cadenti e comete?

Sono fenomeni astronomici molto differenti tra loro e caratterizzati da composizioni chimiche e dimensioni molto differenti

Le comete e le stelle cadenti sono manifestazioni astronomiche che possono, in alcune condizioni, anche essere viste dall’uomo ad occhio nudo. La differenza tra comete e stelle cadenti tuttavia non è sempre chiara ed è facile fare confusione tra le due.

Differenza comete stelle cadenti

Cosa sono le stelle cadenti?

Le stelle cadenti sono rocce che scontrandosi con l’atmosfera della Terra, a causa dell’attrito, si incendiano e si consumano prima di raggiungere la superficie terrestre. L’effetto visivo del loro incendiarsi crea quella che è l’affascinante manifestazione celeste chiamata da tutti stella cadente. Il fatto quindi che si chiamino stelle non indica, tuttavia, che si tratti di pianeti e tantomeno di stelle, ma è solo un nome che ricorda l’effetto luminoso che provocano a livello visivo. Le stelle cadenti sono anche chiamate meteore e l’effetto che visivamente provocano è dovuto alle altissime temperature causate dall’attrito con l’atmosfera. La meteora si incendia disgregandosi completamente creando il famoso strascico di luce che caratterizza questo fenomeno. Nel caso in cui questi corpi celesti siano di dimensioni tali da non distruggersi completamente al contatto con l’atmosfera, essi raggiungono la superficie della Terra prendendo il nome di meteoriti. Le stelle cadenti sono in definitiva il risultato di sciami di meteore che intercettano la Terra in un determinato periodo. Lo sciame meteorico più famoso è quello delle Perseide che intersecano l’orbita terrestre nel periodo estivo con un picco proprio nella notte di San Lorenzo, il 10 di Agosto. La notorietà dello sciame delle Perseide è dovuto al fatto che la concentrazione è tale da poter osservare talvolta fino a 100 stelle cadenti ogni ora. Gli sciami meteorici, come ad esempio quello delle Perseide, sono originati da comete che nel loro passaggio danno origine a residui di particelle rocciose che scontrandosi poi con l’atmosfera terrestre diventano vere e proprie stelle cadenti.

Cosa sono le comete?

La cometa è un corpo celeste di varie dimensioni molto simile ad un asteroide. Le comete del sistema solare seguono generalmente orbite ellittiche attorno al Sole e la loro composizione è per lo più formata da gas ghiacciati come metano o anidride carbonica assieme a composti come il biossido di carbonio e frammenti di roccia ed elementi come i metalli. Oltre a questi elementi le comete sono anche spesso composte da acido cianidrico, etanolo ed etano. Quando le comete passano in prossimità del Sole, gli elementi solidi passano alla forma gassosa attraverso un processo fisico chiamato sublimazione, e questo effetto crea la famosa coda che caratterizza le comete. Le comete dunque non creano una scia luminosa dovuta all’effetto dell’attrito con l’atmosfera terrestre ma, la loro coda, è un effetto della sublimazione dei suoi elementi all’avvicinarsi al calore prodotto dal Sole. La dimensione delle comete può variare da qualche centinaia di metri fino a decine e decine di chilometri.

La differenza tra le stelle cadenti e le comete risiede in numerosi fattori ed il principale è che le stelle cadenti appartengono a sciami meteorici che sono il residuo del passaggio delle comete. Inoltre, le stelle cadenti sono chiamate anche meteore e creano il loro famoso effetto a causa dell’attrito con l’atmosfera terrestre. Le comete, invece, creano la loro coda luminosa a causa della sublimazione dei componenti solidi presenti nella loro composizione chimica.

REDAZIONE
Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.