AmbienteEcologia

Qual è l’impatto ambientale di un iPhone?

Valutare l’impatto ambientale di un iPhone, o di un qualsiasi smartphone in realtà, non è semplice, ma è possibile fare una stima, parlando per esempio di materiali utilizzati ed emissioni.

L’impatto ambientale di un iPhone è una questione complessa: l’esempio di smartphone per eccellenza, una volta finito il suo ciclo vitale, è considerato assieme ad altri materiali elettronici un e-waste – o elettronic waste – ma c’è margine per riciclare. Un esempio pratico è la scocca di iPhone e di iPad, prodotta negli ultimi modelli con alluminio 100% riciclato. Non è sempre facile però smaltire tutti i materiali utilizzati nella costruzione di queste apparecchiature elettroniche.

impatto ambientale iphone

Riciclare è importante per calcolare l’impatto ambientale di un iPhone

Apple con i suoi prodotti ha voluto spingere al massimo il concetto di riciclo, un aspetto fondamentale nel calcolare l’impatto ambientale di un iPhone. È arrivata addirittura a sviluppare una lega di alluminio particolare per aumentare la durata del materiale, che altrimenti accumulerebbe impurità ad ogni riutilizzo. Anche le saldature all’interno degli iPhone sono fatte con stagno 100% riciclato, così come la plastica utilizzata in oltre 40 componenti di altri smartphone Apple.

parola ordine riciclare

Un altro aspetto da considerare quando si parla dell’impatto ambientale di un iPhone è l’efficienza a parità di performance: l’azienda di Cupertino ha calcolato che dal 2008 i suoi dispositivi sono diventati il 70% più efficienti, consumando meno energia per ottenere lo stesso tipo di performance. Questo vale sia per gli smartphone che per altri prodotti come i portatili.

Apple è molto attenta anche per quanto riguardo lo smaltimento effettivo dei suoi prodotti: l’azienda ha messo a punto un robot in grado di disassemblare più di un milione di iPhone ogni anno. Riesce a tenere questi ritmi serrati grazie a 29 braccia, ciascuna studiata per uno specifico componente dello smartphone. Così, a fine processo, risulta molto più facile riciclare il tutto.

Lo studio dei materiali

Nel calcolare l’impatto ambientale di un iPhone è bene tenere presente che tutti i materiali impiegati da Apple vengono testati in diverse circostanze, valutando la presenza di composti chimici potenzialmente pericolosi per la nostra salute o l’ambiente. Non solo, la costruzione di questi smartphone prende in considerazione la durata vitale degli iPhone, dando la luce a dispositivi che durano anni dopo il loro lancio sul mercato. Nella loro pagina dedicata all’ambiente, l’azienda scrive esplicitamente: «perché più usi lo stesso dispositivo, meglio è per il pianeta.»

La resistenza all’acqua e alla caduta è migliorata ogni anno, uno sforzo rivolto al prolungamento di vita degli iPhone. Questo non solo permette di mantenere in funzione il dispositivo più a lungo, ma offre anche una maggior sicurezza nell’avere accesso a prodotti già utilizzati ma comunque affidabili.

REDAZIONE
Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.